MERCATO NERAZZURRO

Inter, Moratti "benedice" Tonali e molla Lautaro: "Non puoi frenare chi ha la testa altrove"

L'ex patron spinge sul gioiellino del Brescia: "E' un grande centrocampista"

  • A
  • A
  • A

Il parere di Massimo Moratti resta sempre pesante: anche se ufficialmente ormai slegato dall'Inter, l'ex presidente nerazzurro continua ad essere uno dei "consiglieri" più ascoltati dal suo successore Steven Zhang, e in ogni caso, fosse solo per il peso della sua storia, quando parla della sua squadra non lo fa mai da "semplice" tifoso. Le sue parole su Sandro Tonali suonano dunque come una benedizione: "In questo momento - ha dichiarato a Sportmediaset - forse bisogna vedere come va Eriksen, ma altrimenti è un grande centrocampista." Altrettanto forte, però, anche il pensiero su Lautaro Martinez: Non puoi frenare qualcuno che ha l'idea di esprimersi anche da un’altra parte. Quello lo metterebbe in condizione di restare malvolentieri o comunque con una spinta diversa".

Ecco, dunque, il tema ricorrente di questi ultimi mesi nerazzurri, il futuro del Toro. Un dilemma che appassiona quasi in maniera parossistica soprattutto il mondo catalano, perché se è vero che la società Inter ne ha dichiarato l'incedibilità (ponendo come unica possibilità per una sua partenza il pagamento da parte del Barcellona della clausola rescissoria di 111  milioni valida nei primi 15 giorni di luglio), in Spagna restano invece convinti che l'operazione andrà in porto e alle condizioni del club blaugrana.

A tal proposito la società catalana ha fatto sapere tramite il Mundo Deportivo che l'ipotesi ventilata oggi in Italia di un possibile sostegno finanziario da parte di un fondo per consentire al club di Bartomeu di versare la cifra in questione nei tempi prestabiliti è falsa, priva di fondamento. Anzi, da Barcellona insistono sulla linea del colpo di mano: Lautaro, si scrive infatti - verrà acquistato nella seconda metà di luglio, quando l'Inter sarà costretta a trattare a condizioni di mercato e non potrà più "nascondersi" dietro la clausola rescissoria. Insomma, lo scambio di messaggi sull'asse Italia-Spagna prosegue alacremente mentre Lautaro, ufficialmente, continua invece a non esporsi. Continuando così però presto o tardi sarà costretto a farlo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments