Chelsea, la Fifa conferma il blocco del mercato dei Blues

Niente acquisti per due sessioni: ma Higuain potrebbe restare

Chelsea, la Fifa conferma il blocco del mercato dei Blues

Arriva una brutta notizia per il Chelsea in un periodo in cui la squadra di Sarri aveva risollevato la testa. La Fifa, infatti, ha respinto il ricorso presentato dai Blues contro il blocco del mercato per le prossime due sessioni, conseguenza delle irregolarità nel trasferimento di giocatori minorenni. Confermati, quindi, lo stop agli acquisti e la multa da 600mila franchi svizzeri. Il Chelsea, che ha annunciato nuovo ricorso al CAS, potrà unicamente tesserare calciatori under 16.

Il problema, adesso, è grosso perché con questa limitazione il Chelsea sarà costretto a mantenere l'attuale rosa anche per la prossima stagione visto che non potrà sostituire eventuali giocatori ceduti. Potrà, invece, fare operazioni in uscita.

Ecco perché i Blues hanno annunciato con un comunicato ufficiale un nuovo ricorso alla Corte di Arbitrato dello Sport: "Siamo molto contrariati che il blocco del mercato per due periodi consecutivi non sia stato annullato. Rifiutiamo categoricamente le motivazioni della Commissione, pertanto, in accordo con i regolamenti, la società si appellerà alla CAS".

Un caso a parte è quello che riguarda Gonzalo Higuain. L'attaccante argentino è in prestito dalla Juve, ma il club londinese potrebbe comunque riscattarlo a titolo definitivo o rinnovare il suo "loan" entro il 30 giugno, come prevede l'accordo con i bianconeri, perché la sanzione del massimo organismo del calcio mondiale scatterà dal 1° di luglio. Anzi, proprio visto che Higuain potrebbe essere l'unico acquisto possibile, la sua permanenza in Blues sembra quasi essere scontata.

TAGS:
Chelsea
Sarri
Mercato
Fifa
Higuain

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X