e-prix Jakarta

Formula E, E-Prix Jakarta: Evans trionfa in volata, finale amaro per Giovinazzi

Il pilota neozelandese conquista il successo nel primo storico appuntamento in Indonesia in una battaglia all'ultimo sangue con Vergne

  • A
  • A
  • A

In un finale al cardiopalma, che ha visto in tre correre per il successo, è la Jaguar di Mitch Evans a conquistare la vittoria nel nono round di Formula E nell'E-Prix di Jakarta. Il pilota neozelandese trionfa davanti al poleman Jean-Eric Vergne e all'italo-svizzero Edoardo Mortara, al termine di una gara emozionante. Tappa indonesiana amara invece per Giovinazzi, costretto al ritiro per problemi alla sua Dragon Penske.

Vedi anche E-Prix Jakarta, Evans: "Gara dura, mi sentivo forte". Vergne: "Loro perfetti, podio importante" Formula E E-Prix Jakarta, Evans: "Gara dura, mi sentivo forte". Vergne: "Loro perfetti, podio importante" Una gara ricca di emozioni, dalla prima all'ultima curva. Il primo appuntamento sulla pista di Jakarta del mondiale elettrico porta la firma della Jaguar di Mitch Evans, che grazie a una zampata vincente riesce a conquistare il successo in Indonesia davanti alla DS Techeetah di Jean-Eric Vergne. Nonostante sembrasse che il francese avesse qualcosa in più in questo weekend, il neozelandese ha sfruttato al meglio il tracciato riuscendo nel sorpasso alla prima occasione utile, con le monoposto che sono rimaste attaccate l'una all'altra fino all'ultimo ed emozionante giro. Alle loro spalle, guardingo e speranzoso nell'errore dei due, si piazza Edoardo Mortara che conquista un terzo posto importantissimo in ottica mondiale.

Giù dal podio l'altra DS Techeetah di Antonio Felix Da Costa, seguito dal leader del mondiale Stoffel Vandoorne e da Dennis. In top 10 anche Lucas Di Grassi, Wehrlein, Bird e Buemi, mentre è un altro fine settimana da dimenticare per Antonio Giovinazzi. Dopo avere avuto problemi in qualifica, con la sua monoposto che non ha registrato un tempo a causa dei continui ostacoli in pista che lo hanno fatto ritrovare imbottigliato e costretto ad abortire ogni tentativo, la sua Dragon Penske lo tradisce nel finale lasciandolo senza energia. Ennesimo guaio di una stagione sfortunata per il pilota di Martina Franca che mette ora il mirino al prossimo appuntamento in Marocco, a Marrakesh, del 2 luglio.

LA GARA INTEGRALE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti