GRAN PREMIO BAHREIN F.1

Solo Verstappen all'altezza delle Mercedes, per la Ferrari la top ten è un... miraggio nel deserto

Miglior tempo per Lewis Hamilton nel secondo turno di prove del Gran Premio del Bahrein, interrotto con bandiera rossa per un'uscita di pista di Alexander Albon.

di
  • A
  • A
  • A

Max Verstappen impedisce alla Mercedes di fare doppietta anche nel secondo turno di prove libere di Sakhir ma deve inchinarsi a Lewis Hamilton che bissa sotto i riflettori il miglior tempo del primo turno e batte l'olandese di 347 millesimi e di 365 il compagno di squadra Valtteri Bottas. Quarto e quinto tempo per Sergio Perez e Daniel Ricciardo. Ferrari ancora fuori dalla top ten: 12esimo Sebastian Vettel , 14esimo Charles Leclerc. Incidente per Alexander Albon (incolume) che distrugge la Red Bull all'ultima curva del tracciato.

Red Bull all'attaco delle Mercedes con Max Verstappen ed "a muro" con Alexander Albon nel secondo turno di prove libere di Sakhir. Sotto i riflettori il pilota olandese trova il ritmo giusto per separare le due Frecce Nere e ridurre il gap dalla prima posizione, sempre saldamente nelle mani di Lewis Hamilton. il sette volte campione del mondo chiude imbattuto la prima giornata del weekend del GP del Bahrein: 347 millesimi di vantaggio su Verstappen, 365 sul proprio compagno di squadra Valtteri Bottas. Niente di nuovo sotto le luci artificiali di Sakhir che però a metà sessione illuminano la scena dell'incidente dal quale esce malconcia le Red Bull RB16 numero 23 di Albon. Il britannico si fa sorprendere all'uscita della curva che immette sul rettifilo dei box, si intraversa e per sua fortuna picchia contro le barriere con un angolo non troppo sfavorevole. Prove interrotte per un quarto d'ora circa e poi ancora per qualche minuto supplementare, allo scopo di consentire...  ad un cane di piccola taglia (entrato chissà come in pista) di guadagnare la via di fuga. Libere finite ovviamente per Albon, illeso nel fisico ma forse non tanto nel morale, essendo Alex in cerca di una performance in grado di salvare il suo posto nel team (verosimilmente destinato però a Nico Hulkenberg). Alex chiude comunque decimo, mentre la top ten resta un miraggio per la Ferrari, che riduce (con Vettel) il distacco dal Re Nero ma peggiora la performance complessiva delle FP1. Il tedesco è dodicesimo ad un secondo e 139 millesimi, Leclerc quattordicesimo ad un secondo e 436. 

 

Alle spalle dei primi tre si conferma Sergio Perez che occupa la quarta piazza a 432 millesimi da Hamilton davanti a Daniel Ricciardo, quinto a 491 millesimi: ancora cattive notizie per la Ferrari e per Leclerc in particolare, visto che il  messicano della Racing Point e l'australiano della Renault sono i due piloti che in questo finale di stagione contendono al monegasco il quarto posto nella classifica gerenerale. In lizza per una buona posizione sulla griglia di partenza ci saranno in qualifica anche le Alpha Tauri di Pierre Gasly e di Daniil Kvyat, autori del sesto e del nono tempo del turno "by night". Lando Norris (settimo) riscatta la deludente performance del turno andato in scena prima del tramonto mentre Lance Stroll (ottavo) permette alla "Mercedes rosa" di chiudere con entrambi i propripiloti la giornata nella prima pagina della classifica dei tempi. Quella che bisogna invece voltare per trovare traccia (oltre che della Ferrari) anche di Carlos Sainz Jr. - tredicesimo con la McLaren - e delle due Alfa Romeo Sauber: quindicesimo tempo per Antonio Giovinazzi, diciassettesimo per Kimi Raikkonen.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments