la novità

Nasce la F1 Academy, la categoria tutta al femminile: via nel 2023, il programma

La competizione ha l'obiettivo di favorire l'accesso delle donne al mondo della F1

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

La F1 Academy sarà la grande novità del 2023 nel mondo della Formula 1. In vista della nuova stagione, infatti, il Circus ha annunciato il debutto di una nuova competizione, una categoria tutta al femminile che ha obiettivo di cercare di favorire l'accesso delle donne al mondo della F1. Anche se in teoria non hanno alcuna preclusione a partecipare ai principali campionati, in pratica quella delle donne in una monoposto sono oggi presenze molto rare, tanto che in Formula 1 resta ancora un mito l'italiana Lella Lombardi, che disputò diversi GP tra il 1975 e il 1976. Un tentativo da parte di F1 essere sempre più inclusiva, con la F1 Academy che sarà integrata nella piramide delle categorie che portano all'elite del motorsport.

La nuova serie sarà composta da cinque team, scelti tra quelli attuali di F2 e F3, e ciascuno metterà in pista tre monoposto per formare una griglia di 15 vetture. Secondo quanto fatto sapere da Formula 1 si tratterà di un vero e proprio mini campionato che si disputerà in sette fine settimana per un totale di 21 gare.

La competizione, ha spiegato ad Abu Dhabi il Ceo di Formula 1, Stefano Domenicali, "avrà l'obiettivo di dare alle giovani l’opportunità di seguire i propri sogni attraverso un programma completo che le possa supportare nelle loro carriere nell'ambito delle corse", per accedere alla Formula 3 e quindi alle categorie superiori. Parte dei costi per partecipare al campionato saranno sostenuti direttamente dalla Formula 1 che ha deciso di mettere sul piatto un budget di 150.000 euro a vettura (2,25 milioni in totale) e chiederà ai piloti di coprire la stessa cifra, che “rappresenta una frazione dei costi abituali in una serie analoga”. Il resto sarà invece a carico delle squadre.

Formula 1 ha comunque garantito che la competizione non farà concorrenza alla W Series, ma anzi fare da trampolino di lancio a giovani ragazze pilota che verranno pescate dai kart e dalle categorie più "piccole" per poi formarle e aiutarle nell’accesso alla piramide del motorsport.

Per quanto riguarda invece le monoposto che scenderanno in pista si tratterà di vetture con telaio Tatuus T721 con un motore turbo da 165 cavalli che sarà fornito da Autotecnica, mentre Pirelli fornirà i pneumatici.

 

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti