F1 ARABIA

Libere Arabia, Hamilton: "Manca velocità, non so come andrò in pista". Max: "Difficoltà con le gomme"

Il sette volte iridato domina la giornata di libere a Jeddah nell'esordio assoluto in Arabia

  • A
  • A
  • A

La corsa al titolo mondiale potrebbe concludere già a Jeddah o nel migliore dei casi proseguire fino a Yas Marina. A sperare in questo secondo scenario è Lewis Hamilton, secondo in classifica generale e autentico dominatore della giornata di libere del GP dell'Arabia Saudita. Il "Re Nero" si impone davanti a tutti in entrambe le sessioni, ma qualcosa ancora non sembrerebbe andare per il verso giusto.

"È una pista velocissima, ha tanto grip e se riesci a trovare il ritmo è una pista bellissima. C'è tanto traffico, quasi come fossi a Monte Carlo. Avvicinarsi ad altre macchine significa mettersi in pericolo. Abbiamo provato tanto nell'assetto, non siamo veloci sul giro secco rispetto agli altri, ma il passo non è male. Abbiamo apportato alcune modifiche tra le prove, ma non sono ancora sicuro con quale delle due voglio andare in pista. Studieremo questa sera per capire il giusto setup per domani".

Non ha brillanto invece il leader del mondiale Verstappen: "Nel complesso, è una pista davvero bella, ci sono un sacco di curve veloci ed è divertente da guidare. Abbiamo faticato a mandare in temperatura le gomme nelle PL2, fattore che naturalmente esamineremo in maniera approfondita. Abbiamo fatto alcune modifiche tra il primo e il secondo turno di prove che non hanno funzionato, ma siamo fiduciosi di poter trovare il giusto equilibrio nelle Qualifiche di domani. Ci sono naturalmente tanti aspetti su cui lavorare e migliorare, quindi vedremo cosa possiamo fare per ottenere più prestazione dalla vettura attraverso le modifiche che apporteremo in serata. In vista delle Qualifiche, penso che sarà molto complicato gestire il traffico, ma in generale è difficile dire come andrà sabato, può accadere di tutto. Ciò che è certo è che daremo tutto”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti