CALENDARIO FORMULA UNO

Layout diversi, griglie invertite, mescole .. rimescolate: i GP doppi secondo Ross Brawn

Allo studio la possibilità di differenziare le "repliche" dei GP doppi del calendario 2020, ma non dal via stagionale in Austria

di
  • A
  • A
  • A

Spielberg e Sakhir, Silverstone e forse Sochi: la variabile "S" del Mondiale di Formula Uno prevede Gran Premi doppi sullo stesso circuito e -  giocoforza -  ad una sola settimana di distanza, con un rischio "replica" che la Fia e Ross Brawn hanno identificato ed al quale stanno provando ad ovviare con alternative difficili però da imporre alle squadre, come è successo per la più clamorosa.

Il Gran Premio d'Austria di domenica 5 luglio sarà la "prima" del Mondiale 2020, ma non solo: si tratterà di una "prima assoluta" nella storia della Formula Uno stessa per quanto riguarda  l'inizio della stagione rispetto al calendario solare e lo sarà pure perché - nei suoi settant'anni di storia - il Mondiale non è mai tornato ... sui propri passi (o meglio sullo stesso nastro d'asfalto) nel corso dello stesso campionato.

Accadrà appunto con il Gran Premo della Stiria che, domenica 12 luglio, ospiterà la seconda tappa stagionale, di nuovo lungo i 4318 metri del Red Bull Ring di Spielberg. Nelle sue vesti di Direttore Generale e responsabile sportivo della Formula Uno, Ross Brawn ha visto respinto la proposta di mischiare le carte (nel vero senso della parola) sostituendo le qualifiche del sabato con un miniGP (a griglia di partenza ottenuta invertendo la graduatoria corrente del Mondiale Piloti), la cui classifica finale avrebbe poi determinato lo schieramento di partenza della gara della domenica, quella che assegna i punti iridati. Proposta bocciata poichè il veto Mercedes ha impedito il raggiungimento dell'unanimità dei voti a favore. Già ventilata a livello di ipotesi nel 2019, è possibile che l'idea (evidentemente cara a Liberty Media) possa in futuro tornare d'attualità. Intanto, tra le montagne della Stiria (incognite del meteo a parte, in Austria come nelle altre occasioni "back-to-back"), il GP-bis andrà in scena come "esatta" replica dell'esordio stagionale. Brawn ha incassato con queste parole:

"Penso proprio che in Austria vivremo ugualmente un avvio di campionato molto eccitante. Per la natura del tracciato e l'atmosfera da ... primo giorno di scuola. Insomma, credo che avremo due gare interessanti senza bisogno di inventarci nulla affinchè lo possano essere. Però nel prosieguo delle stagione qualche ritocco è il caso di studiarlo per tempo".

Più avanti nel corso della stagione può già voler dire per la "doubleheader" in programma  Silverstone per il primo ed il secondo weekend di agosto: il GP d'Inghilterra e il GP Anniversary, che celebra appunto i settant'anni di storia della Formula Uno. Per il quale è allo studio la possibilità di mettere a disposizione delle squadre una differente gamma di mescole Pirelli. Ancora Ross Brawn:

"Ci sono piccoli aggiustamenti che possiamo fare con la scelta delle mescole e magari un paio di altre cose, ma si tratta di questioni di dettaglio: ben altra cosa sarebbe l'inversoione della griglia di partenza rispetto alla classifica generale. Però un paio delle piste che siamo intenzionati a visitare nella seconda parte della stagione dispongono di diverse configurazioni di tracciato e questo - nel caso di doppia gara - potrebbe rapprestare un'opportunità per differenziare concretamente i due eventi":

Brawn fa riferimento in particolare al Bahrain International Circuit di Sakhir che, allo stato attuale, dovrebbe ospitare il terz'ultimo ed il penultimo atto del Mondiale prima della chiusura, al momento prevista ad Abu Dhabi a metà dicembre. Se non ci sono ancora idee particolari allo studio per un eventuale raddoppio del GP di Russia (ipotesi che renderebbe molto complicato l'approdo del Mondiale al Mugello la domenica dopo Monza), il GP-bis in Bahrein potrebbe andare in scena su un tracciato molto accorciato (praticamente "club") e molto più veloce rispetto alla configurazione classica, percorrendo una "bretella" fatta di rapide curve e controcurve che esclude la parte centrale (la più "guidata") del tracciato. Eventualità che ha inizialmente colto di sorpresa gli stessi organizzatori di Manama.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments