Formula 1: Manor in amministrazione controllata

Il team rischia il fallimento: difficilmente sarà al via del Mondiale

  • A
  • A
  • A

Il Mondiale Formula 1 2017 rischia di non aver in griglia le due Manor: il team inglese, infatti, è entrato in amministrazione controllata. La comunicazione ai 220 dipendenti, che ora rischiano il posto di lavoro, è avvenuta stamattina nella sede di Banbury. Ora bisogna cercare qualche investitore con liquidità per garantire la partecipazione a tutta la stagione: impresa difficile visto che Stephen Fitzpatrick è alla ricerca di nuovi partner da diversi mesi.

Senza piloti (Wehrlein è a un passo dalla Sauber) e senza soldi: il futuro della Manor non promette nulla di buono. Il 26 marzo si parte a Melbourne, ma la scuderia inglese difficilmente sarà in Australia. Fitzpatrick è al lavoro per un salvataggio dell'ultimo minuto, ma anche la trattativa con la cordata americana guidata da Tavo Hellmund non è andata a buon fine.

Ora a controllare il team la FRP Advisory LLP. "Dipenderà tutto dall'esito del processo di amministrazione controllata e da eventuali trattative con soggetti interessati durante un periodo di tempo limitatissimo. Per il momento non c'è nessun esubero di personale e tutto il team è stato regolarmente pagato per il mese di dicembre. Il futuro dello staff, però, è collegato alla quantità di investimenti che riusciremo ad attrarre in questo limitato spazio di tempo", ha detto Geoff Rowley, uno dei nuovi co-amministratori.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments