Ferrari, Vettel: "Buona gara per noi ma senza emozioni"

Terzo posto per il tedesco: "Pensavo di tenere il ritmo ma alla fine ho perso terreno"

Vettel, AFP

Terzo a Interlagos e aritmeticamente terzo anche nella classifica piloti, Sebastian Vettel si "gode" il podio 2015, seppur con qualche rimpianto, dopo una prestazione ottima ma inutile per combattere con le Mercedes di Rosberg e Hamilton. "E' stata una buona gara per noi, pensavo di fare qualcosa in più in partenza ma loro sono stati più bravi. Credevo di tenere il ritmo ma poi ho perso terreno", ha commentato a caldo il tedesco.

"Rispetto al passo gara siamo comunque stati molto bravi, più veloci di altre gare, perchè perdevamo solo 2/3 decimi al giro e alla fine ero anche più veloce di loro. Buona gara sì, ma non molto emozionante; non ho lottato, ero nella terra di nessuno. Speriamo di fare meglio ad Abu Dhabi", ha continuato. In conferenza stampa ha inoltre commentato la strategia: "Eravamo troppo lontani per mettere una vera pressione alla Mercedes, ma eravamo sicuri del margine sulle macchine dietro. Ecco perchè abbiamo montato le soft, una buona scelta perchè mi sono trovato bene. C'era troppo traffico per trarre un beneficio ulteriore e recuperare ancora, ma credo che fosse difficile anche per loro davanti con i doppiati. L'idea era di provarci, perchè la macchina andava bene, è stato solo un tentativo".

Kimi Raikkonen, dopo una buona partenza, non è riuscito a tenere il passo gara del suo compagno di squadra, probabilmente anche a causa del motore "usato". Un quarto posto comunque importante per il morale e per la Scuderia: "Ho faticato un po' con le gomme per tutta la gara. Quando erano nuove mi sembravano a posto, ma alla fine non potevo fare molto. Non sono contento comunque, rispetto a quello che mi aspettavo. La strategia mi ha permesso di mantenere la posizione, avevamo abbastanza velocità per tenere Bottas dietro. Il quarto posto va comunque bene per noi. Dobbiamo ancora lavorare molto".

Soddisfazione "a metà" anche per Maurizio Arrivabene, contento per il 3° e 4° posto delle Ferrari che, nonostante la superiorità delle frecce d'argento, sono riuscite a conservare le posizioni: "Siamo felici solo quando si vince, non quando si arriva terzi. Ma dobbiamo comunque rendere onore non solo a Sebastian per la sua prestazione, ma anche alla macchina, perchè il passo era buonissimo e riuscivamo anche ad andare meglio di loro. E' finita così, ma le prestazioni di Vettel hanno dimostrato che il lavoro paga anche se c'è ancora molto da fare. Noi non siamo mai in vacanza, lavoriamo per la squadra ed è per questo che abbiamo fatto un cambio di strategia in corsa. Nonostante le difficoltà di Kimi, lui è comunque riuscito a portare la sua Ferrari al traguardo a pieni giri". E per quanto riguarda il record del tedesco (è l'unico pilota ad aver conquistato 13 podi nel suo primo anno in Scuderia) ha commento: "Seb è stato un grande acquisto per noi, lui guida e lavora in una squadra che quest'anno ha fatto miracoli. Ora si va ad Abu Dhabi pronti per l'ultima gara".

TAGS:
F1
GP Brasile
Ferrari
Vettel
Raikkonen

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X