F1, l'ultima di Ecclestone: "Due gare di 40 minuti alla domenica"

"I regolamenti sono scritti in un modo così complicate che nessuno, nemmeno i piloti, sa quale sia la cosa giusta da fare"

Ecclestone (LaPresse)

Avrà anche deciso di passare la mano, ma Bernie Ecclestone non smette di pensare alla sua F1. E di sorprendere. Dopo la trovata delle qualifiche a eliminazione, eccone un'altra. "Dobbiamo rivedere il concetto tradizionale di un'unica gara lunga. Due gare da 40 minuti, con una pausa di altri 40 minuti in mezzo per intervistare i piloti e lavorare sulle auto, potrebbero essere più attrattive per spettatori e sponsor", la proposta del patron del circus.

Secondo Ecclestone, il sabato sarebbe dedicato alle qualifiche e le monoposto dovrebbero essere più leggere e veloci: "Ma non so se abbiamo il coraggio di cambiare, i tempi cambiano ed è qualcosa a cui dobbiamo guardare". Quanto ai regolamenti "sono scritti in un modo così complicate che nessuno, nemmeno i piloti, sa quale sia la cosa giusta da fare. Troppi piloti si lamentano via radio al primo segnale di pressione o di contatto, loro sono i primi a essere frustrati e cosi' anche gli spettatori e il sottoscritto. E' folle, le regole di oggi rallentano tutto, impediscono ai piloti di fare quello che gli viene naturale. Dobbiamo far sì che i piloti possano gareggiare correttamente con più facilità anche se spesso mi chiedo se questi ragazzi siano lì per gareggiare o solo per guidare una macchina da Formula 1".

"SINGAPORE NON VUOLE PIU' IL GP"

"Guardate cosa abbiamo fatto per Singapore. Sì, il Gran Premio di Singapore è costato un sacco di soldi, ma abbiamo anche dato loro un sacco di soldi. Singapore è diventato ora molto più di un aeroporto. Ora credono di aver raggiunto il loro obiettivo e non vogliono più un Gran Premio", ha detto.

TAGS:
Motori
Formula 1
F1
Ecclestone

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X