SI CAMBIA

F1, presentate le modifiche che cambieranno le monoposto

Ad Austin sono stati ufficializzati i cambiamenti regolamentari a partire dal 2021

  • A
  • A
  • A

Alla presenza di Jean Todt, Chase Carey, Ross Brawn e Nicholas Tombazis, Austin ha tenuto a battesi la Formula 1 che verrà. Sono state infatti presentate le modiche regolamentari, che, dal 2021, cambieranno le attuali monoposto. L'obiettivo è avere macchine che meglio si adattano alla battaglia in pista e una competizione più equilibrata. Sarà fissato un tetto di spese per ciascun team (circa 160 milioni di dollari a stagione) anche per favorire l'ingresso di nuovi team.

I regolamenti, che sono stati approvati all'unanimità, si sposeranno con una nuova struttura di governance e di partecipazione agli utili che consentirà alla F1 di crescere e migliorare, rafforzando ulteriormente il modello di business. Questi accordi sono in una fase avanzata con i team. "La Formula 1 è uno sport incredibile con una grande storia, eroi e tifosi in tutto il mondo", ha dichiarato Chase Carey, presidente e CEO di Formula 1. "L'approvazione delle regole da parte del World Motor Sport Council è un momento fondamentale e contribuira' a offrire corse piu' emozionanti. Le nuove regole sono emerse da un dettagliato processo di esame delle questioni tecniche, sportive e finanziarie", ha aggiunto.

Le parole di Carey sono state riprese dal presidente della FIA Jean Todt: "Dopo oltre due anni di intensa ricerca e sviluppo, di stretta collaborazione con i nostri partner di Formula 1 e con il supporto di team e piloti, progettisti di circuiti, del fornitore unico di pneumatici, Pirelli, e di tutti gli stakeholder della F1, la FIA è orgogliosa di pubblicare i regolamenti che definiranno il futuro della Formula 1 dal 2021 in poi. Per la prima volta abbiamo affrontato contemporaneamente aspetti tecnici, sportivi e finanziari. I regolamenti del 2021 sono stati uno sforzo veramente collaborativo e credo che questo sia un grande risultato". 

Come ammesso da Ross Brawn, "abbiamo prodotto delle macchine più attraenti, capaci di duellare in maniera più ravvicinata. In ogni gara le macchine perdono pezzi dopo alcuni contatti. Le nuove macchine non avranno questi problemi". Nicholas Tombazis sottolinea quale sia stato l'aspetto tecnico che ha richiesto lo sforzo maggiore: "La ricerca aerodinamica, portata avanti con la F1 e la FIA. Abbiamo cercato di desensibilizzare certe macchine. Speriamo che questi nuovi regolamenti facciano diminuire le differenze di velocità. L'obiettivo principale è permettere alle macchine che seguono di attaccare con più facilità quelle che le precedono. Le regole aerodinamiche saranno controllate da alcune macchine, che ne renderanno piu' semplice la gestione. Pensiamo di aver compiuto un grosso passo per far essere i team creativi ed aerodinamici".

C'è un'altra novità particolarmente importante: "Porteremo un aumento di peso, conseguenza logica dell'aumento di peso di motore, gomme e carrozzeria. La macchina verrà sottoposta anche ad alcuni miglioramenti di sicurezza. Sul carburante, il nostro obiettivo chiave è fare un passo verso la sostenibilita' ambientale. Contenuto rinnovabile arriverà al 20%, ma stiamo cercando di aumentarla per raggiungere questo obiettivo".

Brawn analizza alcune nuove regole, che hanno l'obiettivo di 'snellire' le azioni dei meccanici: "Ci sarà meno possibilità per lavorare sulla vettura. La macchina analizzata il venerdì sarà quella che andrà in gara domenica. Si potranno provare nuovi componenti, senza usarli in gara. Verrà introdotto anche un abbassamento del costo dei pezzi. Ci sarà una grande attenzione nel 2020 su queste macchine. I team non potranno eccedere nei limiti di tempo consentiti".

"Ci saranno anche nuove regole finanziarie - ha ribadito - per cui sono stato convinto da chi aveva conoscenza più ampia dell'argomento. Introdurremo un tetto ai costi, che ridurrà il divario dei costi dei vari team. I regolamenti finanziari sono il cambiamento più radicale in F1. Mi aspetto che ci saranno delle sfide in futuro per applicare queste regole. Abbiamo cercato anche consigli di alcuni esperti per le regole finanziarie, che hanno lavorato anche in ambito calcistico. Ci sarà un introduzione blanda nel 2020, richiesta di presentare cifre senza penalità. Nel 2021, ci sarà un sistema che aumenterà le penalità e porterà ad alcune sanzioni. Un punto di svolta a cui tutti siamo molto dediti. Non sarà un percorso facile, ma rappresenterà un punto focale per il futuro della Formula 1".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments