F1 Italia: Vettel si prende le Libere 3, la Ferrari prenota la pole

Ancora una Rossa davanti a tutti, mentre dietro è bagarre: Verstappen 2° davanti a Bottas-Leclerc, solo 6° Hamilton

di
  • A
  • A
  • A

Sebastian Vettel è stato il pilota più veloce nella terza e ultima sessione di libere del GP d'Italia. Il tedesco della Ferrari ha girato in 1'20''294, tenendosi alle spalle di pochissimo la Red Bull di Verstappen (+ 0''032), la Mercedes di Bottas e l'altra Rossa di Leclerc (stesso identico tempo per loro, a + 0''109). Quinto un super Ricciardo con la Renault (+ 0''270), solo sesto invece Lewis Hamilton (+ 0''301).

Ancora una Ferrari al comando, in attesa che si decida la griglia di partenza di Monza. Vettel , dopo un venerdì vissuto all'ombra del compagno di team, è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto del weekend, mentre Leclerc, complice anche qualche problema di traffico, si è dovuto accontentare del quarto, seppur con un distacco minimo. Le due SF90, in ogni caso, sono sembrate ancora una volta le vetture da battere, quantomeno in qualifica. Verstappen si è avvicinato moltissimo, ma lo ha fatto probabilmente spremendo al massimo la sua power unit Honda, consapevole che sarà costretto a partire dal fondo per aver montato la quarta unità stagionale.

Hamilton e Bottas hanno sfruttato la prima parte della sessione per lavorare ancora sul passo, quasi consapevoli che le Ferrari potrebbero essere imprendibili in qualifica, ma attaccabili in gara. Il finlandese è poi riuscito a risalire fino al terzo posto, con un tempo fotocopia di quello di Leclerc, mentre il leader del Mondiale si è ritrovato con un anonimo (ma poco veritiero) sesto crono. Lewis, che ha vinto 4 delle ultime 5 edizioni del GP d'Italia, resta il pericolo numero uno per la scuderia di Maranello.

Grande performance per la coppia Renault, che ha gestito al meglio il gioco delle scie (fondamentali sui rettilinei di Monza) per portare Ricciardo e Hulkenberg tra i migliori dieci, rispettivamente con il 5° e 7° tempo. Ottavo Alexander Albon (+ 0''533), che domenica correrà la sua seconda gara da pilota Red Bull, dopo il cambio in corsa con Gasly. Ottimo nono tempo per Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo (+ 0''587), seguito da un altro italiano "d'adozione" come Kvyat (+ 0''651), che ha chiuso la top 10 con la sua Toro Rosso. Solo 15° a + 1''031 Kimi Raikkonen.

La sessione è durata solamente 50 minuti, per permettere agli addetti ai lavori di riparare le barriere in uscita dalla Parabolica, disintegratesi in seguito all'incidente di Alexander Peroni in Formula 3. Il pilota australiano era decollato dopo aver colpito un dissuasore (poi rimosso su indicazione della FIA), si era più volte ribaltato in aria e infine era atterratto sulla ringhiera, distruggendola. Peroni, fortuntamente, è uscito dall'abitacolo sulle sue gambe, dovendo probabilmente ringraziare l'halo.

LIBERE 3, I TEMPI

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments