intervista esclusiva

Stefano Domenicali: "Ferrari, non dubitare: Hamilton è un ironman"

Sportmediaset intervista il presidente di Formula One Group: "Verstappen non dominerà sempre ma Vasseur dovrà gestire bene Leclerc e Sainz"

  • A
  • A
  • A
Stefano Domenicali: "Ferrari, non dubitare: Hamilton è un ironman" - foto 1
© sportmediaset

La Formula 1 si prepara a tornare a Imola dopo lo stop dello scorso anno a causa dell'alluvione: "Quello è stato un evento tragico per tutta la regione ma il tempo aiuta sia a ricordare la tragedia che a dimostrare che reazione straordinaria abbia avuto la gente di questa terra, siamo felicissimi di tornare qui per celebrare un Gran Premio che è nel calendario a ragione" dice Stefano Domenicali nell'intervista esclusiva ad Anna Capella.

Vedi anche Imola ieri, oggi e domani: Ferrari punta al nono centro, Hamilton già beniamino dei tifosi?  Formula 1 Imola ieri, oggi e domani: Ferrari punta al nono centro, Hamilton già beniamino dei tifosi?  Il presidente di Formula One Group poi commenta l'andamento della stagione: "Verstappen sta dimostrando di essere il numero uno: in qualifica e in gara ha una lucidità straordinaria anche se è ovviamente la forza della Red Bull come monoposto è importante". A proposito della scuderia austriaca, la questione Horner (e l'addio di Newey) potranno avere un impatto anche sui risultati in pista? "Sarà tutto da vedere ma, se anche ci fossero conseguenze, non sarebbero immediate viste l'inerzia della Red Bull. Credo comunque che in stagione ci saranno altre gare in cui Max non dominerà".

In casa Ferrari - in ottica 2025 - qualche tifoso è preoccupato dal vedere Hamilton opaco, superato anche da Russell: "Lewis è un ironman al 100%, come Alonso. È carico e pronto per la prossima sfida, non ho nessun dubbio". E allora parliamo del presente in Rosso: "Toccherà a Vasseur gestire le dinamiche di un team in cui entrambi i piloti sanno di essere forti ma pure di avere destini diversi (Leclerc confermato e Sainz saluterà a fine stagione, ndr). Sarà fondamentale avere una chiarezza di intendimenti su chi deve fare cosa in certi contesti, se no si rischiano tensioni che in questo momento non servono visto che la Ferrari sta crescendo".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti