FORMULA 1

Da Alonso... a Sainz: Ferrari sul cammino di Santander cinque anni dopo

L'istituto bancario spagnolo torna partner della Scuderia di Maranello alla quale era già stato legato per otto anni negli anni Dieci.

di
  • A
  • A
  • A

Carlos Sainz si è già trovato piuttosto a suo agio nella stagione d'esordio con la Rossa ed in un certo senso il madrileno si sentirà ancora più a casa nel 2022, visto che la Ferrari ha annunciato un accordo pluriennale di sponsorizzazione con la banca d'investimenti Santander, rinnovando una partnership durata otto anni nel decennio scorso (dal 2010 al 2017), il cui inizio era coinciso con l'approdo a Maranello di un altro campione di nazionalità spagnola: Fernando Alonso.

Con Banco di Santander - i cui spazi sulle Rosse erano stati occupati nelle ultime quattro stagioni da Mission Winnow - torna in auge un'associazione che ha visto la Ferrari e l'istituto spagnolo sfiorare a più riprese il titolo iridato grazie ad Alonso (vincitore all'esordio con la Rossa nel GP del Bahrein del 2010, vicecampione a fine anno e poi ancora nel 2012 e nel 2013)  e poi ancora una volta nel 2017 con Sebastian Vettel,  che di Fernando aveva preso il posto due anni prima. Come recita il comunicato ufficiale di Maranello - che pubblichiamo integralmente qui sotto - l'accordo non è limitato alla Formula Uno, per estendersi invece alle attività della FDA (Ferrari Driver Academy), alle competizioni GT, a quelle del Mondiale Endurance ed all'attesissimo ritorno del Cavallino Rampante nella 24 Ore di Le Mans con i prototipi del regolamento Hypercar. Senza dimenticare l'attenzione comune del Costruttore di Maranello e di Banco Santander per la sostenibilità e la transizione verso un'economia ad emissioni zero, in linea con l'obiettivo Ferrari di diventare "carbon neutral" entro il 2030.

Ferrari è lieta di annunciare che, a partire dalla prossima stagione, Banco Santander sarà Premium Partner di Scuderia Ferrari, riprendendo una collaborazione che l’aveva già visto a fianco della squadra di Maranello dal 2010 al 2017. La partnership, che avrà una durata pluriennale, vedrà il logo della banca ritornare sulle monoposto della Scuderia e sulle tute dei piloti, Charles Leclerc e Carlos Sainz, sui cappellini e comparire anche nelle attività della Ferrari Driver Academy. Banco Santander sarà inoltre al fianco di Ferrari Competizioni GT, con il logo in evidenza sulle vetture ufficiali che partecipano al FIA World Endurance Championship e sulla futura Le Mans Hypercar. Nel 2020 Banco Santander è stata la banca leader mondiale nelle attività finanziarie legate alle energie rinnovabili e, attraverso la sua banca d’investimenti Santander CIB, dispone di un team dedicato per le aziende nella transizione verso un’economia a emissioni zero. Banco Santader supporterà quindi la Scuderia nel percorso che la porterà a essere carbon neutral nel 2030.

John Elkann, Presidente Ferrari:

“È un onore tornare a collaborare con un istituto finanziario globale come il Banco Santander, che è impegnato in un'attività bancaria responsabile e ha dimostrato leadership nelle attività finanziarie legate alle energie rinnovabili e nei servizi di consulenza ESG in tutto il mondo. Siamo felici di collaborare con loro per raggiungere il nostro obiettivo chiave di diventare carbon neutral entro il 2030. Riteniamo che la Formula 1 con le sue innovazioni e sviluppi tecnologici andrà a beneficio della nostra industria e, in ultimo, della società nel suo insieme”.  

Ana Botín, Presidente Esecutivo Banco Santander:

“Siamo entusiasti di lavorare di nuovo con Ferrari e di supportarli nei loro progetti di sostenibilità. Oltre ai chiari vantaggi commerciali che derivano dal supportare Ferrari, in quanto fornitore leader di finanziamenti automobilistici in Europa, è nostro interesse aiutare l'industria automobilistica nella sua transizione verde. La nostra nuova partnership con Ferrari avvantaggerà entrambe le parti in questo senso".  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti