UNDER 21

Under 21, Italia-Armenia 6-0: Azzurrini più forti della pioggia, show di Kean  

La squadra di Nicolato inarrestabile a Catania, dove la partita inizia con due ore e mezza di ritardo per maltempo

  • A
  • A
  • A

La pioggia di Catania non ferma l'Italia Under 21 di Paolo Nicolato, che batte per 6-0 l'Armenia nelle qualificazioni agli Europei 2021, in una partita iniziata con due ore e mezza di ritardo per maltempo. A decidere sono la doppietta di Moise Kean (15' e 41') e i gol segnati da Pinamonti (25'), Zanellato (53'), Scamacca (57') e Del Prato (66'). Azzurrini secondi nel Gruppo 1 a -3 dall'Irlanda, che però ha giocato due partite in più.

Rispetto alle previsioni deve attendere a lungo l'Italia di Paolo Nicolato per festeggiare la vittoria sull'Armenia, tenuto conto che la partita di Catania inizia alle 21 invece che alle 18:30 a causa delle condizioni difficili del campo del Massimino dopo il nubifragio di queste ore. L'attesa viene però ripagata con una vittoria squillante che non fa che confermare la bontà di un gruppo che sta crescendo esponenzialmente e che conferma anche la sua solidità difensiva: oltre a essere l'unica squadra imbattuta del Gruppo 1, infatti, gli Azzurrini sono con la Spagna gli unici a non aver ancora subito nemmeno un gol a questo punto delle qualificazioni verso gli Europei.

E dire che nonostante il punteggio finale di 6-0 l'Armenia non scende in campo assolutamente già battuta, tanto che Carnesecchi deve effettuare diverse parate importanti nel corso della sua partita (la prima è su Bichakhchyan, autore di fatto della prima vera conclusione del match). Cresce però l'Italia, che al 15' si porta in vantaggio quando un gran lancio di Pinamonti permette a Kean di presentarsi da solo davanti al portiere facendogli passare la palla tra le gambe del portiere. Al 19' il raddoppio è invece costruito da Sala e concretizzato da Pinamonti, che controlla una palla profonda e di sinistro segna il suo primo gol con la casacca dell'Under 21. Il tris è sfiorato da Cutrone, che prova il colpo di tacco su corner ma vede il suo tentativo salvato sulla linea. In rete va quindi ancora una volta Kean, che sfrutta la ribattuta di piede di Aslanyan sul tentativo di Cutrone.

La ripresa è una formalità dal punto di vista del punteggio, ma non del gioco dato che l'Armenia fa di tutto per spaventare gli Azzurrini. Così Carnesecchi deve ancora opporsi con una prodezza al bolide mancino di Bichakhchyan. A segnare è però l'Italia, ancora una volta grazie a un rimpallo: stavolta è Zanellato a sfruttarlo, calando il poker al 53' dopo una respinta del portiere sul solito Cutrone. Al 56' Nicolato manda in campo Tripaldelli e Scamacca, con quest'ultimo che non fa trascorrere nemmeno 60 secondi per entrare nel tabellino dei marcatori: il suo gol di testa è una gemma, dato che il colpo arriva senza quasi saltare ma dando una traiettoria perfetta al pallone, che si impenna, supera il povero Aslanyan e si infila oltre la linea dopo aver baciato la traversa. L'Italia gioca sul velluto e fa in tempo a regalare il gol del 6-0 anche a Del Prato, che corre indisturbato per metà campo e poi libera un siluro su cui stavolta sono evidenti le responsabilità del portiere ospite.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments