PARLA CEFERIN

Uefa, Ceferin: "Potremo giocare campionati e Champions in contemporanea"

Il numero uno del calcio europeo avverte: "O si riparte entro luglio o la stagione è persa"

  • A
  • A
  • A

Il futuro del calcio europeo è ancora tutta in divenire, ma il presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin  sembra avere le idee chiare su quello che potrebbe succedere per portare a termine il più regolarmente possibile questa stagione, "L`obiettivo è ricominciare a metà maggio, a giugno o anche alla fine di giugno con il calcio giocato. Se non ci riusciamo, probabilmente la stagione e' persa", ha detto in un'intervista a la Repubblica. Certo, ilo spazio a disposizione non è che sia molto, eppure si potrebbero accorciare i tempi: "Se i club iniziano a giocare, anche noi possiamo finire le coppe. Si possono sfruttare le stesse date. Esempio: martedì Milan-Inter e anche, che so, Barcellona-Juventus. Lo stesso giorno: è una situazione speciale e unica".

Vedi anche Addio Fair Play Finanziario: il coronavirus ridisegna l'Europa del calcio Calcio Addio Fair Play Finanziario: il coronavirus ridisegna l'Europa del calcio Per scongiurare il peggio, ovvero la non assegnazione di titoli e coppe, c'è sempre l'ipotesi di provare a giocare a porte chiuse, come fatto già in alcune occasioni. "Mi è difficile immaginare tutte le gare a porte chiuse, ma ora non sappiamo se riprenderemo, col pubblico o senza. Se non ci fosse alternativa, sarebbe meglio finire comunque i campionati. Posso dire che non penso alle finali delle coppe europee a porte chiuse", ha ribadito Ceferin.

Sul rinvio dell'Europeo: "Rinviare Euro 2020 è stato un grosso sacrificio, era il principale introito per 50 federazioni su 55. Ma era la decisione giusta. Io penso che partirà l`11 giugno 2021. Se necessario, i club dovranno adeguare il numero di partite".