Calcio ora per ora

Thiago Motta: "Quella di Vialli è una perdita enorme'

E' tempo di incroci con i maestri del passato, per Thiago Motta. Archiviato

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

E' tempo di incroci con i maestri del passato, per Thiago Motta. Archiviato il confronto con la Roma di José Mourinho, lunedì al Dall'Ara arriverà l'Atalanta di Gasperini: "L'ho avuto al Genoa e all'Inter. All'Atalanta ha cambiato alcuni aspetti, ma la filosofia è sempre quella, di squadra aggressiva che va in verticale appena può. Dovremo cercare di ridurre al minimo i loro momenti di pericolosità". E se a Roma si è giocato nel nome e nel ricordo di Sinisa Mihajlovic, questa volta il calcio osserva un minuto di silenzio per Gianluca Vialli. "In momenti così non ci sono tante parole. Personalmente l'ho conosciuto molto poco, ma il suo sorriso diceva tante cose. Si è fatto voler bene da tutti: è una perdita enorme". Il Bologna, intanto deve i conti con le assenze di Arnautovic, Barrow, Bonifazi, De Silvestri e Zirkzee. "L'assenza di Arnautovic - argomenta il tecnico italo-brasiliano - non ci deve preoccupare, sarà un'ottima possibilità per gli altri per mettersi in mostra. Da Orsolini mi aspetto un grande miglioramento. Deve avere concentrazione, crescere fisicamente e a livello mentale. Deve essere più incisivo - prosegue Thiago Motta -: da lui mi aspetto tantissimo, ma anche da tutti gli altri. Se ci sarà questa crescita sarà un bel passo avanti per la squadra. Soriano, Sansone e Orsolini potrebbero anche giocare davanti, come falsi 9. Sono situazioni che abbiamo già provato, quindi devo valutare quale sarà la soluzione migliore per mettere in difficoltà una squadra come l'Atalanta". Una cosa è certa, gli infortuni non cambiano la politica di mercato e Vignato resta in uscita. "Ha avuto poco tempo e possibilità di mettersi in mostra - conclude l'allenatore bolognese - anche perché abbiamo altri giocatori che stanno molto bene. E' un ragazzo che ha grandi qualità e per migliorare deve giocare con più continuità".