SERIE B

Serie B: il Benevento supera 2-1 il Pordenone. Lo Spezia batte l’Ascoli e resta a -17, perde il Crotone

Il gol di Roberto Insigne si rivela decisivo per la capolista. I liguri vincono in casa 3-1, i calabresi cadono 3-2 in trasferta contro la Juve Stabia

  • A
  • A
  • A

Nella 24esima giornata di Serie B il Benevento capolista vince 2-1 in casa con il Pordenone: a segno Viola nel primo tempo e Roberto Insigne nella ripresa, inutile il gol di Bocalon. La squadra di Filippo Inzaghi resta a +17 in classifica sullo Spezia (3-1 casalingo sull’Ascoli) al secondo posto. Il Crotone cade 3-2 in casa della Juve Stabia. Venezia-Entella finisce 2-2, il Cosenza sbanca Livorno 3-0 e Pillon può festeggiare all’esordio.

BENEVENTO-PORDENONE 2-1
Il Benevento capolista vince 2-1 con qualche sofferenza di troppo nel finale, ottima la gara dei padroni di casa che hanno la meglio sulla sorpresa della stagione cadetta. Nel primo tempo i campani scendono in campo con maggiore convinzione, Moncini è pericoloso in un paio di occasioni ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Al 37’ la capolista passa in vantaggio, morbido sinistro su punizione di Viola che sblocca il match. I padroni di casa non si concedono pause e continuano ad attaccare anche nella ripresa, al 60’ Viola serve con un filtrante perfetto Roberto Insigne che segna con un mancino che si infila sotto la traversa. Al 68’ doppio palo di Mazzocco, poi è eccezionale Montipò sulla conclusione di Bocalon. Montipò deve replicare il riflesso sempre su Bocalon pochi minuti dopo. La punta 30enne non si arrende e accorcia le distanze al 91’ con un preciso colpo di testa, ma i friulani si svegliano troppo tardi e devono arrendersi agli uomini di Filippo Inzaghi.

JUVE STABIA-CROTONE 3-2
La Juve Stabia e il Crotone si affrontano in un match delicato. I campani trovano tre punti utili per uscire definitivamente dalla zona calda della classifica, i calabresi, invece, masticano amaro per un pareggio sfuggito nel finale che avrebbe alimentato il sogno del ritorno in Serie A. Nella prima frazione gioca meglio e passa presto in vantaggio la Juve Stabia, bella girata di Forte che sorprende Cordaz e porta avanti i suoi al 13’. Dodici minuti dopo gli ospiti pareggiano con Armenteros, tacco geniale di Simy per il partner d’attacco che trafigge Provedel. Il ritmo del match resta elevato, al 34’ Gerbo lancia Benali, Provedel si deve arrendere anche stavolta ed è 2-1 Crotone. I campani non si perdono d’animo e il destro su punizione di Calò al 37’ riporta il punteggio in parità. All’89’ cross del solito Calò per Addae che di testa beffa Cordaz, fa 3-2 e regala tre punti fondamentali ai padroni di casa in chiave salvezza.

VENEZIA-VIRTUS ENTELLA 2-2
Allo stadio Penzo di Venezia i padroni di casa ospitano la Virtus Entella, passano due volte in vantaggio ma vengono riacciuffati in entrambi i casi. Il più cocente sicuramente il secondo, con il gol di Mancosu in pieno recupero. La Virtus Entella ha ritrovato il successo contro il Pescara e con questo pareggio conferma il suo momento positivo. Il Venezia inizia il match con il piglio giusto e al 7’ Longo fa fallo su Coppolaro, rigore per i padroni di casa che Longo trasforma spiazzando Contini. Primo gol per l’attaccante con la maglia dei lagunari. Al 29’ Modolo entra in ritardo su De Luca ed è calcio di rigore, sul dischetto si presenta lo stesso De Luca che pareggia i conti. Al 79’ nuovo vantaggio per il Venezia, il calcio di punizione di Aramu rimbalza davanti a Contini ed è 2-1. Il definitivo 2-2 firmato da Mancosu arriva al 92’, bravo l’attaccante a risolvere una mischia in area superando Lezzerini.

LIVORNO-COSENZA 0-3
Sfida importante per la lotta per non retrocedere al Picchi di Livorno, il Cosenza dilaga e interrompe la striscia negativa di cinque sconfitte di fila che è costata la panchina a Braglia, sostituito da Pillon. Gli ospiti giocano meglio dal primo minuto, al 30’ passano in vantaggio con Asencio che raccoglie una respinta corta di Plizzari e fa 1-0. Due minuti dopo lo stesso Asencio si coordina per una rovesciata spettacolare e mette a segno la sua doppietta personale. Quattro gol in cinque partite per lui con la maglia del Cosenza. Al 44’ arriva il quinto gol stagionale per il capitano degli ospiti Bruccini, che beffa Plizzari con un diagonale perfetto per il 3-0. Al 71’ doppio giallo in pochi istanti per Agazzi, reo di aver rivolto qualche parola di troppo al direttore di gara. Non ci sono altre emozioni fino al triplice fischio finale.

SPEZIA-ASCOLI 3-1
I padroni di casa conquistano la quinta vittoria di fila. Roberto Stellone rimedia un’altra sconfitta dopo che la prima sulla panchina dell'Ascoli era terminata con un pareggio contro la Juve Stabia a causa dell’imprevedibile gol di testa realizzato da Provedel. Nei primi minuti lo Spezia tiene il pallone ma non riesce a creare pericoli dalle parti di Leali, la prima occasione arriva soltanto al 18’ con Bidaoui fermato dal portiere degli ospiti. L’Ascoli risale metri di campo appoggiandosi a Scamacca e al 30’ passa in vantaggio grazie a Morosini che, dimenticato da Ferrer, impatta di testa il cross di Andreoni e fa 1-0 per gli uomini di Stellone. La ripresa inizia nel peggiore dei modi per gli ospiti, Troiano al 55’ rimedia il secondo giallo per il fallo su Matteo Ricci. I marchigiani si chiudono nella loro metà campo ma la squadra di Vincenzo Italiano pareggia al 66’ con Mastinu che di testa capitalizza il traversone di Bartolomei. Al 74’ colpo di testa vincente di Gyasi, ancora Bartolomei con l’assist. All’87’ il terzo assist di Bartolomei regala il tris al subentrato Nzola, che di sinistro batte Leali per il 3-1 finale. 

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments