Serie B, Avellino escluso: ma resta un'ultima speranza

Il Consiglio Federale FIGC accoglie il parere della Covisoc: agli irpini rimane solo il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni

  • A
  • A
  • A

Dopo Bari e Cesena, anche l'Avellino è stato escluso dal campionato di Serie B 2018/2019. Lo ha deciso il Consiglio Federale della Figc. Cruciale il parere negativo della Covisoc sulle fidejussioni (Onyx, Finworld e Groupama) presentate dal club per l'iscrizione. La bocciatura però non è ancora definitiva. Gli irpini, infatti, potranno presentare ricorso al Collegio di Garanzia del CONI entro il 27 luglio per giocarsi l'ultima carta a loro disposizione.

Entro il 31 luglio, infatti, dovrebbe poi arrivare la sentenza definitiva per la formulazione degli organici di Serie B. Attualmente le possibili ripescate sarebbero Catania, Novara e Siena, ma anche in questo caso tutto dipenderà da un altro ricorso. Retrocessa nello scorso campionato, la Ternana si è infatti opposta alla sentenza che annulla il divieto di ripescaggio per chi è stato penalizzato gli anni scorsi e attende una risposta. Se dovesse vincere, Catania e Novara non verrebbero ammesse in Serie B e nel campionato cadetto al loro posto salirebbero invece Ternana e una tra Entella e Pro Vercelli.

"Sono certo che l'Avellino verrà riammesso: la decisione della Covisoc è basata su un vizio di forma che verrà sanato dal ricorso che presenteremo al Collegio di garanzia del Coni", ha detto il presidente Walter Taccone. I termini per presentare il ricorso scadono lunedì.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments