SPEZIA-NAPOLI 1-4

Serie A, Spezia-Napoli 1-4: Gattuso vede la Champions League

Zielinski apre le marcature prima della doppietta di Osimhen, Piccoli la riapre nella ripresa prima del poker del neo entrato Lozano

di
  • A
  • A
  • A

Il Napoli batte 4-1 lo Spezia nell'anticipo della 35esima giornata di Serie A e  e sale momentaneamente al secondo posto in classifica, consolidando la zona Champions in attesa di Juventus-Milan. Gli uomini di Gattuso la sbloccano dopo 15' col gol di Zielinski e la chiudono già nel primo tempo con la doppietta di Osimhen (23' e 44'). Piccoli prova a riaprirla nella ripresa (64'), ma il neo entrato Lozano chiude i conti all'80'.

LA PARTITA

Missione compiuta. Il Napoli fa il suo dovere e mette fieno in cascina, consapevole che il destino resterà tutto nelle sue mani. Vincendo le prossime tre (Udinese, Fiorentina  e Verona) la Champions League sarà cosa fatta, calcolando che tre dirette rivali saranno impegnate in due scontri diretti da qui alla fine (Juve-Milan e Atalanta-Milan). Gattuso e i suoi possono accomodarsi sul divano per assistere senza pressioni alla sfida tra bianconeri e rossoneri, dopo un pomeriggio in cui hanno confermato l'ottimo momento di forma demolendo senza particolari affanni uno Spezia di fatto mai in partita. Quinta partita di fila senza vittoria per gli aquilotti, che tornano a guardare con una certa preoccupazione alla classifica. Italiano può consolarsi pensando che domenica è in programma lo scontro diretto tra Benevento e Cagliari: i liguri non potranno scivolare in zona retrocessione, ma già mercoledì sera contro la Samp sarà fondamentale invertire il trend e andare a caccia dei tre punti per tornare a respirare.

Con entrambe le squadre a caccia di punti per i rispettivi obiettivi, i ritmi in avvio sono piuttosto sostenuti: il Napoli prova a fare la partita, lo Spezia non ha paura di rischiare l'uno contro uno e va a pressare alto i portatori di palla partenopei. La prima ghiotta chance capita sul destro di Osimhen al 12', dopo un errore in fase di impostazione di Vignali, ma il nigeriano apre toppo il piattone e la palla si perde sul fondo. Agli uomini di Gattuso basta però un'altra accelerazione per passare: perfetta sovrapposizione di Di Lorenzo, che va sul fondo e pesca Zielinski, incredibilmente lasciato libero di calciare dalla difesa ligure. Il polacco batte al volo e trafigge Provedel, portando avanti i suoi. Zielinski protagonista anche in occasione del raddoppio, quando avvia il contropiede lanciando in campo aperto Osimhen, troppo più veloce di Ismajli e Chabot e anche freddo nel realizzare a tu per tu col portiere. Il Napoli è in controllo totale e poco prima della fine del primo tempo cala il tris: punizione battuta velocemente da Insigne, difesa spezzina completamente in bambola e Osimhen che raccoglie sul filo del fuorigioco che raccoglie e insacca tutto solo il gol che vale la doppia cifra in campionato.

A inizio ripreso Italiano sostituisce un impalpabile Verde con Piccoli, che al 18' prova a riaprirla: sul cross di Gyasi è perfetto l'inserimento di Estevez, che colpisce a botta sicura di testa, Meret respinge, ma sul pallone si avventa il classe 2001, che realizza trascinandosi in porta il pallone. La rete regala entusiasmo ai padroni di casa, Gattuso prova a smorzarlo con l'inserimento di Mertens, ma dopo appena 7' il belga è costretto a dare forfait per un infortunio alla caviglia. Il gol che chiude l'incontro arriva comunque a 10' dalla fine, quando uno scatenato Osimhen parte sul filo del fuorigioco e serve al centro Lozano, entrato da 4', che deve solo appoggiare in porta anticipando l'uscita di Provedel. Anche per il messicano è il gol che vale la doppia cifra in Serie A.

LE PAGELLE

Vignali 5 - Tanti errori di impostazione e anche qualche distrazione in fase di marcatura. Contribuisce al tracollo spezzino nel primo tempo.
Chabot 4,5 - Sul primo gol di Osimhen paga la clamorosa differenza di passo, ma il modo in cui si addormenta in occasione del 3-0 non è in alcun modo giustificabile. È ancora lui a tenere in gioco il nigeriano sul 4-1 di Lozano.
Verde 5 - Nel primo tempo lo Spezia non si affaccia quasi mai nella metà campo del Napoli, lui tocca pochissimi palloni senza mai creare nulla e viene inevitabilmente sostituito a fine primo tempo per un pimpante Piccoli (6,5).

Di Lorenzo 7 - Ennesima partita di corsa e sostanza. Discese continue, sovrapposizioni e l'assist che sblocca l'incontro.
Zielinski 7,5 - Un gol, un assist e una quantità infinita di palloni giocati nella metà campo avversaria. Difficilmente Gattuso poteva chiedergli di più.
Osimhen 8 - Una partita da protagonista assoluto: due gol e un assist che non possono che alimentare i rimpianti per quello che poteva essere e, causa infortuni e Covid, non è stato nella parte centrale della stagione.

IL TABELLINO

Spezia-Napoli 1-4
Spezia (4-3-3)
: Provedel 5,5; Vignali 5, Ismajli 5, Chabot 4,5, Marchizza 5; Estevez 6 (33' st Acampora 6), Ricci 5,5, Maggiore 6; Verde 5 (1' st Piccoli 6,5), Agudelo 5,5 (33' st Saponara 6), Gyasi 6 (23' st Farias 6).
Allenatore: Italiano 5,5
Napoli (4-2-3-1): Meret 6; Di Lorenzo 7, Manolas 6, Rrahmani 6, Hysaj 6 (24' st Mario Rui 6); Fabian Ruiz 6,5, Demme 7; Politano 6,5 (31' st Lozano 6,5), Zielinski 7,5 [24' st Mertens sv (31' st Elmas 6)], Insigne 6,5; Osimhen 8 (39' st Petagna sv).
Allenatore: Gattuso 7
Arbitro: Irrati
Marcatori: 15' Zielinski (N), 23' e 44' Osimhen (N), 19' st Piccoli (S), 35' st Lozano (N)
Ammoniti: Hysaj (N), Ricci (S), Estevez (S), Vignali (S)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- Solo Erling Haaland (classe 2000) è piú giovane di Victor Osimhen (1998) tra i giocatori dei top-5 campionati europei capaci di andare in doppia cifra di gol in entrambe le ultime due stagioni. 
- Nei top-5 campionati europei, nessun giocatore ha segnato più di Victor Osimhen da inizio aprile: sette gol, al pari di Dusan Vlahovic. 
- Victor Osimhen ha segnato la sua terza doppietta nei top-5 campionati europei; le due precedenti risalgono entrambe all’agosto 2019, con la maglia del Lille. 
- Victor Osimhen è il primo giocatore del Napoli ad andare a segno per quattro presenze di fila in Serie A da Arkadiusz Milik nel dicembre 2019 (cinque). 
- Per la prima volta in carriera Osimhen ha partecipato a tre gol in una gara dei top-5 campionati europei – due reti e un assist oggi. 
- Piotr Zielinski ha segnato il settimo gol in questo campionato, stabilendo il suo record realizzativo in una stagione in Serie A. 
- Per la prima volta in Serie A Zielinski ha collezionato gol e assist in una trasferta; inoltre, tra i centrocampisti del torneo in corso solo Malinovskiy (10) conta più assist del polacco (nove). 
- Con Osimhen titolare il Napoli ha vinto il 69% delle gare di questa Serie A (13 partite), percentuale che si abbassa al 59% nelle restanti sfide (22 partite). 
- Il Napoli ha segnato 51 dei 78 gol in questo campionato dall’inizio del 2021, nessuna squadra ne conta di più nell’anno nuovo nei top-5 campionati europei. 
- Questa è la nona volta che il Napoli segna almeno quattro gol, solo il Bayern Monaco (10) ci è riuscito in più gare nei top-5 campionati in questa stagione. 
- Il Napoli va in gol da 23 partite di fila in campionato e dista una sola lunghezza dalla sua miglior striscia realizzativa in Serie A: 24 match nel 1975. 
- Il Napoli non segnava almeno tre gol in un primo tempo in trasferta in Serie A dal dicembre 2017, sul campo del Torino. 
- Con Osimhen (10) e Lozano (10) salgono a tre i giocatori del Napoli in doppia cifra in questo campionato, nessuna squadra ne conta di più in Serie A. 
- Per la quarta volta il Napoli è riuscito a segnare almeno tre gol nel primo tempo di una gara, nessuna squadra ci è riuscita più volte in questo campionato. 
- Roberto Piccoli è uno dei soli sei giocatori nati dopo il 2001 con almeno cinque gol segnati nei top-5 campionati europei 2020/21. 
- Giovanni Di Lorenzo ha eguagliato il suo record di partecipazioni attive stagionali in Serie A: otto (due gol, sei assist), come nel 2018/19 con l'Empoli (cinque gol, tre assist).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments