MILAN-ATALANTA 0-3

Serie A, Milan-Atalanta 0-3: la Dea banchetta a San Siro con Romero, Ilicic e Zapata

La squadra di Gasperini chiude dominando a San Siro. Rossoneri comunque campioni d'inverno

  • A
  • A
  • A

Crolla il Milan nell'ultima partita del girone d'andata di Serie A con i rossoneri battuti in casa 0-3 dall'Atalanta di Gasperini, ma comunque campioni d'inverno. Rossoneri in difficoltà per tutta la partita e sorpresi dal colpo di testa al 26' di Romero sugli sviluppi di corner. Nella ripresa è dominio nerazzurro che prima hanno raddoppiato con Ilicic dal dischetto al 53', calando poi il tris con Zapata al 77'. Per il Milan solo un palo di Diaz.

LA PARTITA

Nel giorno in cui il Milan può tornare a festeggiare il titolo di "Campione d'inverno", la scena a San Siro se l'é presa tutta l'Atalanta dominando in lungo e in largo il match e portando a casa un 3-0 che, paradossalmente, sta pure stretto ai nerazzurri. La mossa muscolare di Pioli di mettere centimetri e forza fisica in mezzo al campo con Meite sulla trequarti non ha portato i frutti sperati per la capolista, mai in partita e sempre in balìa delle giocate di Ilicic e dell'organizzazione tattica dei bergamaschi, capaci di annullare in un colpo solo i punti di forza del Milan e accorciare in classifica sulle prime due della classe rispolverando la ferocia agonistica, fisica e tecnica dei tempi migliori. Per la squadra rossonera è la terza sconfitta stagionale con un denominatore comune: i tre gol presi dopo Lille e Juventus.

Tre reti subite che sarebbero potute essere molte di più. Per tutti i novanta minuti, con Meite o Diaz oppure con l'inserimento nella parte finale di Rebic e Mandzukic, il Milan ha portato un pressing inefficace contro la squadra di Gasperini, spegnendosi piuttosto velocemente dopo un inizio promettente e fatto di due occasioni per Ibrahimovic nel giro di due minuti. Lampi destinati con il passare dei minuti a restare tali contro l'aggressione uomo su uomo impostata da Gasperini che ha portato l'Atalanta a guadagnare metri, fiducia e occasioni da gol. L'allargamento di Zapata sulla sinistra ha lasciato spazio alla fantasia di Ilicic e alla qualità di Pessina nella parte centrale del campo, ma è dal quarto d'ora di gioco in poi che la contesa si è spostata nella parte di campo difensiva del Milan. Dopo due occasioni per Hateboer e un tiro dal limite di Ilicic, il gol del vantaggio è arrivato sugli sviluppi di corner con Romero, bravo a sorprendere Kalulu e schiacciare in rete di testa l'assist di Gosens. Per il difensore argentino una partita da incorniciare su Ibrahimovic condita da un gol e un assist.

Prima dell'intervallo proprio Ibra ha sfiorato col ginocchio il pareggio, ma nella ripresa la gara si è subito indirizzata ulteriormente verso la Dea. Merito di Ilicic - e colpa di Kessie - con lo sloveno colpito in area dal centrocampista ivoriano e freddo (e fortunato) dal dischetto nel battere sotto la pancia Donnarumma per il raddoppio che apre ulteriormente le maglie difensive di Pioli. La tenuta fisica dell'Atalanta nella pressione a tutto campo ha fatto la differenza e mandato ancora più in confusione il Milan costringendolo sempre a rifugiarsi nella palla lunga per Ibrahimovic, trovandosi poi scoperto nell'azione corale in ripartenza degli uomini di Gasperini con l'assist di Romero per il tris di Zapata (un palo in precedenza per il colombiano). Nel finale i rossoneri hanno provato a strappare la gioia per la bandiera, ma è stato il palo a dire di no a Brahim Diaz. Per il gruppo di Pioli resta l'amaro titolo d'inverno, comunque marchio di garanzia di una prima metà di campionato di gran livello. 

Vedi anche Pagelle Milan-Atalanta: Ilicic incanta San Siro, delude Ibrahimovic Milan Pagelle Milan-Atalanta: Ilicic incanta San Siro, delude Ibrahimovic

--

IL TABELLINO

MILAN-ATALANTA 0-3
Milan (4-2-3-1)
: G. Donnarumma; Calabria, Kalulu (12' st Musacchio), Kjaer, Hernandez; Kessie, Tonali; Castillejo (25' st Rebic), Meite (1' st Diaz), Leao (25' st Mandzukic); Ibrahimovic. A disp.: Tatarusanu, A. Donnarumma, Dalot, Hauge, Tomori, Maldini, Colombo, Krunic. All.: Pioli.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti (45' st Palomino); Hateboer (22' st Maehle), De Roon, Freuler, Gosens (45' st Caldara); Ilicic (38' st Muriel), Pessina (45' st Malinovskyi); Zapata. A disp.: Rossi, Sportiello, Sutalo, Lammers, Depaoli, Ruggeri, Miranchuk. All.: Gasperini.
Arbitro: Mariani
Marcatori: 26' Romero, 8' st rig. Ilicic, 32' st Zapata
Ammoniti: Hernandez, Kessie (M); Gosens (A)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

Con 36 punti in classifica, l’Atalanta ha stabilito il suo record di punti in un girone d’andata di un campionato a 20 squadre di Serie A.
L'Atalanta ha eguagliato la sua vittoria più larga fuori casa contro il Milan in Serie A: 3-0 del marzo 1941.
Il Milan è la squadra contro cui Josip Ilicic ha preso parte a più gol con la maglia dell'Atalanta in Serie A (7): 4 reti + 3 assist in 6 sfide.
Josip Ilicic ha realizzato sei gol contro il Milan in campionato, solo contro il Bologna ha segnato di più in Serie A (sette reti).
Il Milan ha interrotto la sua striscia più lunga di gare consecutive in gol in Serie A (38 match).
L’ultima sconfitta del Milan in campionato con almeno tre gol di scarto risaliva allo 0-5 sempre contro l’Atalanta del dicembre 2019.
Ilicic ha trasformato in gol 12 dei 15 rigori calciati in Serie A.
Robin Gosens è l'unico difensore ad aver sia segnato 15 gol che fornito 15 assist dal 2017/18 nei top-5 campionati europei.
Nessun difensore ha preso parte a più gol di Robing Gosens (cinque reti e quattro assist) in questa stagione di Serie A: nove, al pari di Hakimi.
Nessuna squadra ha mandato in gol più giocatori diversi dell'Atalanta in questa stagione nei top-5 campionati europei: 15 al pari del Lipsia.
50ª presenza in Serie A per Sandro Tonali: è il più giovane tra i giocatori con altrettante partite giocate nella competizione dal suo esordio nel 2019/20.
Zlatan Ibrahimovic giocherà questa sera la sua 600ª partita in carriera con i club in campionato, esclusi playoff.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments