LE PAROLE

Serie A, Malagò: "Ripresa? Presidenti condizionati dalla loro classifica"

Il presidente del Coni: "Ci sono state spinte in virtù del fatto di essere in zona retrocessione o in lotta per lo scudetto"

  • A
  • A
  • A

Giovanni Malagò è tornato a parlare della ripartenza della Serie A, sottolineando come nel dibattito delle ultime settimane tra i club abbia pesato molto la rispettiva posizione di classifica: "Penso che praticamente tutti i presidenti abbiano un condizionamento da posizione in classifica - ha detto il presidente del Coni a Radio Incontro Olympia - Non mi sento di dire che ci sono i buoni e i cattivi. Penso semplicemente che sia nella natura umana che ci possano essere spinte diverse in virtù del fatto che quando si è fermato tutto ci si trovava in zona retrocessione o in lotta per lo scudetto".

Malagò, tifoso giallorosso, ha parlato anche del passaggio di proprietà Pallotta-Friedkin, una trattativa che nonostante le difficoltà legate alla pandemia sembra ancora essere in piedi: "Non lo so se la trattativa per l'acquisto della Roma sia terminata o meno, sicuramente il coronavirus non ha aiutato. Questo è poco ma sicuro".

Il numero uno del Comitato olimpico ha infine commentato l'annuncio del ministro Spadafora di stanziamenti complessivi di un miliardo di euro per lo sport di base: "Probabilmente ci sono situazioni che si stanno evolvendo. Se si arriva a quella cifra ci saranno provvedimenti di carattere straordinario. Se si sono sbilanciati, significa che è positivo. Poi come ci si arriverà non spetta a me dirlo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments