CAGLIARI-ATALANTA 0-1

Serie A, Cagliari-Atalanta 0-1: la Dea ritrova il successo

Una magia di Muriel al 90' decide un match avaro di emozioni, il Var toglie al Cagliari un rigore in pieno recupero

di
  • A
  • A
  • A

L'Atalanta batte 1-0 il Cagliari nel match della 22esima giornata di Serie A e ritrova il successo dopo due passi falsi consecutivi, agganciando momentaneamente la Lazio al sesto posto. A decidere una partita sporca e avara di emozioni è una magia del solito Muriel, che ubriaca la difesa rossoblù e trafigge Cragno al 90'. Piccinini toglie un rigore inizialmente assegnato al Cagliari al 95'. Ennesima sconfitta per Di Francesco, che resta invischiato in piena zona retrocessione.

LA PARTITA

Novanta minuti di noia e cinque di emozioni pure. Si può riassumere così il pomeriggio della Sardegna Arena, nel quale Cagliari e Atalanta, di fatto, si annullano, dando vita a un match per lunghi tratti bloccato e poco spettacolare. Un sussulto nei primi istanti (l'autopalo di Djimsiti), uno nel finale (la traversa di Zapata). Poi gli episodi decisivi, concentrati nei cinque minuti prima del triplice fischio. Gasperini torna alla vittoria dopo il k.o. con la Lazio e il clamoroso 3-3 col Torino, Di Francesco continua a inseguire una vittoria che manca addirittura dal 7 novembre e la classifica fa sempre più paura.

I padroni di casa, alla disperata ricerca di punti, partono con grande aggressività e spaventano i bergamaschi già dopo due minuti, quando su corner di Joao Pedro la palla viene deviata sul palo da un intervento rischiosissimo di Djimsiti. L'Atalanta fatica negli uno-contro-uno e non trova spazi nella metà campo avversaria, mentre il Cagliari pressa altissimo e recupera molti palloni sulla trequarti, ma non riesce quasi mai a innescare con efficacia Joao Pedro e Simeone. Col passare dei minuti la Dea comincia ad alzare il baricentro e a macinare gioco, ma palloni davvero invitanti non arrivano mai neanche dalle parti di Zapata e un primo tempo tanto equilibrato quanto soporifero si chiude inevitabilmente sullo 0-0.

A inizio ripresa Gasp prova a dare la scossa ai suoi inserendo De Roon e Miranchuk per Pessina e Pasalic, entrambi mai in evidenza. La prima, clamorosa, occasione è però per il Cagliari, ma Sutalo è stepitoso nel chiudere in scivolata su Joao Pedro, completamente solo davanti a Sportiello. Il portiere nerazzurro deve poi impegnarsi su una conclusione defilata di Nandez, probabilmente destinata fuori dallo specchio. Il primo tiro in porta del match è una punizione lenta e telefonata di Ilicic al 54', sintomo di una partita che fatica maledettamente ad accendersi. A 25' dalla fine Gasperini si gioca anche la carta Muriel, ma è sul piede di Maehle che capita la prima vera occasione di marca nerazzurra di tutta la partita, deviata in angolo da una provvidenziale chiusura di Godin. Il pressing crescente della Dea si materializza con una traversa centrata in pieno da Zapata, prima della magia che sblocca (e decide) l'incontro: Muriel raccoglie una bella apertura di Miranchuk, manda al tappeto Walukiewicz con una finta di corpo e trafigge Cragno. Sembra fatta, ma un contrasto De Roon-Rugani al 95' viene valutato da rigore da Piccinini, prima che il Var lo richiami al monitor facendogli cambiare idea e scatenando le ire di un Difra ormai appeso a un filo.

LE PAGELLE

Joao Pedro 6,5 - Nonostante la buona partita giocata da tutta la squadra, è lui l'unico davvero pericoloso. Il solo in grado di smarcarsi e creare qualche apprensione alla difesa nerazzurra. Ancora una volta, purtroppo, non basta.
Walukiewicz 5 - Il Cagliari gioca una partita attenta e pulita sul piano difensivo per oltre 90', ma la facilità con cui si fa ubriacare da Muriel (insieme a Zappa) in occasione del gol-vittoria, di fatto, costa la sconfitta ai suoi.
Zapata 5,5 - Si fa notare per la prima volta solo all'83', quando su un bel cross di Muriel sovrasta i difensori rossoblù e centra la traversa di testa. È l'unico sussulto di una partita anonima, in cui crea poco sia per sé sia per i compagni.
Muriel 7 - Ancora una volta, l'ennesima, è lui l'asso nella manica di Gasperini. Prima serve un cioccolatino sulla testa di Zapata, che il connazionale spedisce sulla traversa, poi sigla la perla che vale i tre punti. Una sentenza.

IL TABELLINO

Cagliari-Atalanta 0-1
Cagliari (3-4-2-1): Cragno 6; Walukiewicz 5, Godin 6, Rugani 6; Zappa 6, Nandez 6,5, Marin 6,5 (41' st Deiola sv), Lykogiannis 6; Nainggolan 6 (34' st Duncan sv), Joao Pedro 6,5; Simeone 6 (34' st Pavoletti sv).
Allenatore: Di Francesco 5,5
Atalanta (3-4-2-1): Sportiello 6; Palomino 6, Romero 6,5, Djimsiti 6; Sutalo 6 (17' st Maehle 6,5), Pessina 5,5 (1' st De Roon 6), Freuler 6, Gosens 5,5; Pasalic 5 (1' st Miranchuk 5), Ilicic 6 (24' st Muriel 7); Zapata 5,5 (40' st Malinovskyi sv).
Allenatore: Gasperini 6
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 45' st Muriel (A)
Ammoniti: Walukiewicz (C), Romero (A), Rugani (C), Ilicic (A), Lykogiannis (C), De Roon (A)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- Il Cagliari ha mancato il successo per 15 gare di fila per la prima volta dall’agosto 2010 in Serie A, una serie in cui si alternarono tre tecnici sulla panchina sarda (Allegri, Melis e Bisoli). 
- L'Atalanta ha vinto entrambe le sfide stagionali in Serie A contro il Cagliari per la prima volta dal 2014/15. 
- Dall’inizio del 2021 solo il Parma (uno) ha segnato meno gol del Cagliari (tre) nei top-5 campionati europei. 
- Quello di Muriel (89:48) è il gol più tardivo dell’Atalanta in Serie A da quello di Malinovskiy (90:51) nel marzo 2020 contro il Lecce. 
- L’Atalanta ha vinto due trasferte di fila in Serie A per la prima volta dal settembre 2020 (serie arrivata a tre). 
- Per la prima volta in Serie A il Cagliari è rimasto a secco di gol per tre gare interne di fila contro l’Atalanta. 
- Era dal novembre 2019 che l’Atalanta non teneva la porta inviolata per due trasferte di fila in Serie A. 
- Luis Muriel è il giocatore ad aver segnato più gol dall’inizio del 2021 in Serie A (sei). 
- Marten de Roon ha collezionato la 200ª presenza con l'Atalanta in tutte le competizioni. 
- 200ª presenza in Serie A per Joseph Alfred Duncan. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments