La Serie A dà #unrossoallaviolenza sulle donne: fascia di capitano speciale e segni sui volti

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne iniziativa speciale della Serie A

  • A
  • A
  • A

La Serie A si è schierata ancora una volta contro i maltrattamenti verso le donne e per questo motivo nella tredicesima giornata di campionato, coincidente con la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne (domenica 25 novembre) mostrerà due segni tangibili per espellere questi atti indegni di un essere umano. Anche quest'anno la Lega Serie A ha collaborato con l'associazione WeWorld Onlus per la campagna #unrossoallaviolenza e prevede, come nella scorsa stagione, che i calciatori e gli arbitri scendano in campo con un segno rosso sul viso, accompagnati da bambine, che indosseranno la maglietta dell'iniziativa.

Oltre a questo, un segno in più per rappresentare ancora di più il simbolo della campagna che richiama il cartellino rosso: la fascia di capitano sarà sempre uguale per tutte le squadre e ricorderà proprio la Giornata. In ogni campo sarà, inoltre, esposto uno striscione e sui maxischermi sarà trasmesso lo spot della campagna, per sensibilizzare il pubblico presente sugli spalti e i telespettatori che il cartellino rosso più importante è quello da dare alla violenza sulle donne.

Le madrine dell'iniziativa sono l'attrice e conduttrice Rossella Brescia e Regina Baresi, capitano dell'Inter Women e figlia di Beppe, insieme a Giorgio Gherarducci della Gialappa's Band supportate da Francesco Toldo, Alessandro Costacurta e Franco Baresi. Ma soprattutto da Gaetano Miccichè che si è dimostrato molto sensibile al tema: “Dobbiamo tutti impegnarci per porre fine a questo dramma, e il calcio è pronto come sempre a fare la sua parte. Dobbiamo raggiungere il maggior numero possibile di persone per sensibilizzarle su questo problema della società”, ha commentato il presidente della Lega Serie A.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments