Roma, la mamma di Zaniolo: "Dopo aver visto Ajax-Juve ci hanno rubato l'auto"

Brutto risveglio in famiglia, l'auto con cui Francesca accompagna il figlio a Trigoria non c'era più

Roma, la mamma di Zaniolo: "Dopo aver visto Ajax-Juve ci hanno rubato l'auto"

Brutto risveglio per la famiglia Zaniolo: la madre Francesca ha denunciato il furto della propria auto con la quale è solita accompagnare il figlio agli allenamenti a Trigoria. "Ieri sera ho visto Ajax-Juventus con Nicolò..., voglio ringraziare e augurare buona Pasqua a chi questa notte ha rubato la mia macchina sotto casa" ha commentato ironicamente la signora Zaniolo. Un amico di famiglia ha poi portato il gioiello giallorosso al centro sportivo.

L'auto in questione è stata protagonista del tanto contestato servizio de Le Iene, una Mini Cooper con cui Francesca Costa accompagna tutti i giorni Nicolò Zaniolo da Ranieri al centro sportivo di Trigoria. Non questa mattina quando è stato scoperto il furto.

La madre di Zaniolo è poi intervenuta a una trasmissione di Radio Rai parlando anche del futuro del figlio: "Deve fare quello che lo rende felice, a me interessa solo che stia bene. Ancora non ci sembra vero quello che sta vivendo, non stiamo realizzando quanto vale il suo cartellino. Sessanta milioni di euro sono tanti, ma per è lo stesso Nicolò di sempre".

Si è parlato anche della Juventus, ma sono chiacchiere di mercato: "Il mio giocatore preferito in assoluto è Totti, tra quelli di adesso Cristiano Ronaldo. Ieri ho visto Ajax-Juve con Nicolò... ha esclamato 'Mamma mia che gol!' quando CR7 ha segnato. Se andasse alla Juve? La fede calcistica è una, quella giallorossa, ma tiferei mio figlio a prescindere".

TAGS:
Roma
Zaniolo
Juventus
Auto rubata
Mamma zaniolo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X