Roma, il caso De Rossi entra a Montecitorio: i parlamentari giallorossi si mobilitano

I Roma Club Palazzo Madama e Montecitorio scendono in campo “a tutela della passione popolare”

Roma, il caso De Rossi entra a Montecitorio: i parlamentari giallorossi si mobilitano

Con la qualificazione in Champions ormai quasi irraggiungibile e il mercato estivo che deve ancora entrare nel vivo, a Roma continua a tenere banco il caso De Rossi e la contestazione dei tifosi giallorossi nei confronti del club per il trattamento riservato ad una bandiera non accenna a placarsi. Un caso che mentre si avvicina l'ultima partita all'Olimpico di DDR (63mila tifosi attesi, a premiarlo sarà Totti) diventa sempre più grosso di giorno in giorno, tanto che, come riporta Il Messaggero, è arrivato anche in Parlamento.

Nel pomeriggio, presso la sala del Senato di Sant’Ivo alla Sapienza in Corso Rinascimento 40, è previsto infatti un incontro in Senato organizzato dai Roma club palazzo Madama e Montecitorio per fare il punto sulla situazione creatasi all’indomani del mancato rinnovo contrattuale del capitano giallorosso.

"Vogliamo dare voce alla delusione che attraversa i tifosi giallorossi e promuovere tutte le iniziative, anche istituzionali, per tutelare questa grande passione popolare", hanno spiegato i promotori dell'iniziativa. All'incontro hanno già dato la propria adesione Paolo Cento, Stefano De Lillo, Maurizio Gasparri, Loredana De Petris, Paola Binetti, Fabrizio Cicchitto, Raffaele Fantetti, Davide Faraone, Gerardo Labellarte.

TAGS:
Calcio
Roma
Addio de rossi
Parlamento
Senato
Montecitorio
Roma Club Palazzo Madama e Montecitorio

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X