Rio Ferdinand rivela: “Per colpa dell'alcool non ricordo alcuni momenti della mia carriera”

L'ex difensore del Manchester United si è raccontato: “Potevo superare otto, nove, dieci pinte di birra. Poi passavo alla vodka. Sarei potuto andare avanti a bere tutto il giorno”.

  • A
  • A
  • A

“Per colpa dell'alcool non ricordo dei momenti della mia carriera”. E' la difficile ammissione di Rio Ferdinand che nel corso di una intervista rilasciata al ‘The Guardian', ha raccontato la sua dipendenza dall'alcool nel periodo giovanile della sua vita: “Quando ero più giovane ero un pazzo – racconta l'ex difensore del Manchester United -. I ricordi della mia carriera sono confusi, la gente parla di alcuni momenti della mia vita ma io non ho idea di che cosa stiano parlando, non ricordo per via dell'alcool. Potevo superare otto, nove, dieci pinte di birra. Poi passavo alla vodka. Sarei potuto andare avanti a bere tutto il giorno".

Rio Ferdinand, che nella sua carriera ha vinto 6 Premier Leauge e una Champions League nel 2008 con i Red Devils, racconta con pentimento quanto fatto ritenendosi fortunato: “A quei tempi c'era una cultura diversa rispetto ad oggi. Quando io ero al West Ham pensavamo al calcio, a bere e ai nightclub. Alle persone che mi chiedono se ho qualche rimpianto da giocatore, dico che non avrei dovuto bere alcolici. Sono stato fortunato, ho avuto una capacità naturale per superare quel periodo della mia vita”. Rio Ferdinand si è ritirato nel 2015 dopo l'esperienza al Qpr ed è attualmente un commentatore sportivo nelle tv inglesi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments