Serie A, Udinese-Parma 1-2: Inglese e Gervinho sbancano la Dacia Arena

La squadra di D’Aversa passa con un calcio di rigore e poi chiude i conti con il capolavoro dell'ivoriano nella ripresa. Inutile il momentaneo pareggio di Okaka

Il 2019 del Parma si apre con una vittoria. I crociati espugnano la Dacia Arena nel secondo anticipo della 20esima giornata di Serie A, superando l’Udinese 2-1. Ospiti in vantaggio all’11’ grazie al calcio di rigore di Roberto Inglese, assegnato da Mazzoleni dopo aver consultato la VAR. I friulani pareggiano al 50’ con il colpo di testa di Okaka, all’esordio con la nuova maglia, ma ci pensa il gol capolavoro di Gervinho a chiudere i conti al 68’.

LA PARTITA

Udinese e Parma ripartono dal gelo dello Stadio Friuli, sferzato dalla Bora. La squadra di Nicola, reduce dalla vittoria contro il Cagliari prima della sosta, può fare affidamento su un Okaka in più, schierato dal primo minuto al fianco di Lasagna. Si accomoda in panchina, invece, Kucka, l'ultimo arrivato tra le fila dei gialloblu. Passano 10 minuti e gli ospiti mettono la freccia: Gervinho scappa a un difensore, entra in area e finisce a terra dopo un contatto sospetto con De Paul. Mazzoleni lascia correre ma viene richiamato dal VAR. Dopo aver consultato il monitor, il direttore di gara assegna il calcio di rigore: dagli 11 metri Inglese non perdona, spiazza Musso e porta avanti il Parma. L'Udinese, timidamente, prova a reagire, affidandosi all'estro di De Paul, che al 28’ innesca Stryger Larsen, la cui conclusione da posizione ravvicinata spaventa i crociati. Idee poche e confuse per i padroni di casa, Okaka le prova tutte per togliersi la prima soddisfazione con la nuova maglia, ma il duello rusticano con Bruno Alves se lo aggiudica il portoghese, sempre attento e preciso nei suoi interventi. L'ultimo brivido di un primo tempo soporifero arriva con la conclusione a giro di De Paul, che lambisce il palo alla destra di Sepe. Dopo un primo tempo sottotono, Okaka ci mette davvero poco per conquistarsi l’affetto del Friuli: dopo 5 minuti, l’ex attaccante della Sampdoria è il più lesto di tutti ad avventarsi su di un pallone vagante, colpendolo di testa e superando un incolpevole Sepe per la rete dell’1-1. Con il pareggio dei padroni di casa la partita si accende improvvisamente: le fiammate di Gervinho seminano il panico tra la difesa friulana, ma il pericolo maggiore lo porta il solito Rodrigo De Paul, la cui conclusione da pochi passi si stampa contro la traversa dopo il super intervento di Sepe sul colpo di testa Lasagna. L’ivoriano è una vera e propria spina nel fianco e al 68’ riporta avanti i suoi con un’azione tipica del suo repertorio, che coglie di sorpresa la difesa dell’Udinese: il disperato tentativo di Fofana di stendere la ‘Freccia Nera’ è infruttuoso e l’ex Roma, a tu per te con Musso, lo dribbla e poi lo infila senza pietà. 1-2 Parma. Il forcing finale dei padroni di casa non serve per cambiare il risultato. Grazie a questa vittoria, la squadra di D’Aversa sale a quota 28 punti in campionato e aggancia momentaneamente l’Atalanta di Gasperini. Resta ferma a quota 18, invece, l’Udinese.

LE PAGELLE

Gervinho 7,5 – La ‘Freccia Nera’ è tornata a seminare il panico tra le difese della Serie A. L’ivoriano è una vera e propria spina nel fianco per la retroguardia friulana che, soprattutto nel secondo tempo, fatica a contenere le brucianti accelerazioni dell’ex Roma. Suo il gol che decide il match in perfetto stile Gervinho: fuga in solitaria, dribbling ai danni del portiere e palla in rete, e suo il fallo da rigore subito.

Inglese 6,5 – Quando vede l’Udinese, Roberto Inglese non sbaglia mai. L’ex attaccante del Chievo gioca una partita di grande voglia, costruendosi un paio di buone occasioni e rendendosi anche utile in fase di copertura quando il forcing finale dei friulani lo costringe agli straordinari. Freddo nel trasformare il calcio di rigore al 10’ del primo tempo.

Okaka 6,5 – Nonostante si trovi a dover lottare con un avversario ostico come il roccioso Bruno Alves, si batte senza timore, dando fondo a tutte le proprie riserve di energie. Nemmeno il tempo di arrivare a Udine, che Nicola lo schiera, a sorpresa, al fianco di uno spento Lasagna. Gli bastano 50 minuti per timbrare il suo primo cartellino, anche se, a conti fatti, non serve per evitare la sconfitta.

De Paul 7 – L’argentino è il migliore dei suoi. Nonostante la sconfitta lascia intravedere sprazzi del suo talento, che ha attirato l’attenzione di diversi club europei. Nel primo tempo mette Stryger Larsen a tu per tu con il portiere e nella ripresa è la traversa a negargli la gioia del gol.

IL TABELLINO

UDINESE-PARMA 1-2
Udinese (3-5-2):
Musso 6; Opoku 6, Troost-Ekong 5,5, Nuytinck 6,5; Stryger Larsen 5,5, Fofana 6, Behrami 5, De Paul 7, D'Alessandro 5,5; Okaka 6,5, Lasagna 5. All: Nicola 6
Parma (4-3-3): Sepe 6,5; Iacoponi 6, Alves 6,5, Bastoni 6, Gagliolo 6; Deiola 6, Stulac 6,5, Barillà 6; Biabiany 6,5, Inglese 6,5, Gervinho 7,5. All.: D’Aversa 6,5
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 11’ rig. Inglese (P), 68’ Gervinho (P), 50’ Okaka (U)
Ammoniti: Opoku, Okaka, Deiola, D’Alessandro

LE STATISTICHE DI UDINESE-PARMA

• Il Parma ha conquistato due vittorie di fila in trasferta in Serie A per la prima volta da marzo 2014 (cinque in quell’occasione).
• Il Parma non vinceva sul campo dell’Udinese in Serie A dall’aprile 2011; gli emiliani hanno realizzato due gol in cinque delle ultime sette sfide esterne contro i friulani nella massima serie.
• Con il gol odierno l’Udinese diventa la vittima preferita di Roberto Inglese in Serie A (quattro reti); l’attaccante, inoltre, è andato a segno in tutte le sue ultime tre gare contro i friulani nel massimo campionato.
• Roberto Inglese ha realizzato il suo secondo gol dagli 11 metri in carriera in Serie A - il primo risale all'ottobre 2017, con la maglia del Chievo (vittoria 3-2 vs Verona).
• Stefano Okaka non andava a segno in Serie A dal marzo 2015, con la maglia della Sampdoria (vittoria 2-1 vs Atalanta); l’attaccante, inoltre, ha trovato la rete col suo unico tiro nello specchio del match.
• Tutte e sei le reti realizzate da Gervinho in questo campionato sono arrivate su azione, all’interno dell’area di rigore; l’ivoriano ha messo a segno la sua seconda rete in trasferta nel torneo.
• Il Parma ha ricevuto il suo primo rigore a favore in questo campionato; nel girone d’andata è stata una delle due squadre, assieme al Bologna, a non beneficiare di alcun tiro dagli 11 metri.
• L’Udinese ha realizzato il suo gol numero 2000 della sua storia nel massimo campionato.
• L’Udinese non ha vinto nessuna delle quattro partite disputate in questo campionato contro le squadre neopromosse (due pareggi e due sconfitte).
• L’Udinese ha perso in tutte le sei occasioni in cui è andata in svantaggio in casa nel campionato corrente.
• L’Udinese non registrava una sconfitta interna contro una neopromossa in Serie A dal maggio 2016, quando perse con lo stesso punteggio odierno (1-2 vs Carpi).

TAGS:
Serie A
Udinese
Parma

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X