SERIE A

Parma a forza cinque: colpo di grazia ad Andreazzoli

Il Genoa perde 5-1: il destino del tecnico sembra segnato

  • A
  • A
  • A

Il Parma vince largamente contro un Genoa in grande difficoltà. Finisce 5-1 al Tardini e il grande protagonista della serata è Cornelius che entra per sostituire l’infortunato Inglese e colpisce per tre volte nel giro di pochi minuti, al 42’ e 46’ nel primo tempo e poi a inizio ripresa al 50’. Inaugura Kucka al 38’, Pinamonti trova il gol al 52’, ma Kulusevski allarga ancora il punteggio finale al 79’. Andreazzoli a rischio esonero.

LA PARTITA
Il Parma è tranquillo in classifica, il Genoa no e ha un bisogno assoluto di punti, magari con una prestazione convincente. Le squadre si affrontano su buoni ritmi, cercando di sfruttare le loro migliori qualità per creare situazioni interessanti. Parma subito propositivo, ci provano Barillà e Inglese che poi deve uscire per un problema a una caviglia. Al suo posto entra Cornelius che manda sull’esterno della rete dopo pochi minuti e inizia a scaldarsi in quella che sarà una serata perfetta per lui e tutto il Parma. Il Genoa si nota con Pandev che su una presa errata di Sepe va vicina al gol con Pandev, Iacoponi salva tutto all’ultimo. Il portiere di D’Aversa si riscatta con un doppio intervento decisivo su Goldaniga in area, Cornelius manda fuori da ottima posizione, poi il Parma passa al 38’. Palla persa da Kouame e ripartenza, Kucka allarga per Kulusevski che rimette indietro per l’ex della gara, sinistro in allungo e Radu non può nulla. Genoa che accusa il colpo e prima dell’intervallo incassa la doppietta di Cornelius: colpo di testa al 42’ e sinistro imprendibile nel recupero del primo tempo.

Al ritorno in campo c’è Pinamonti nel Grifone, ma per Andreazzoli è notte fonda quando al 50’ Cornelius con il sinistro da fuori trafigge per la quarta volta le fragili certezze genoane. Pinamonti al 52’ mostra un pezzo del proprio repertorio con uno stop e una girata di ottima tecnica individuale, ma le reti da recuperare per il Genoa restano comunque tre e il Parma sembra poter controllare la situazione. Andreazzoli prova a sistemarsi con il 4-4-2 in campo, la scintilla però non scatta e anzi su un altro erroraccio in uscita Barillà è chiuso in extremis a pochi metri dalla porta di Radu. Ghiglione sfiora la traversa di testa, al 79’ poi Ankersen tocca troppo piano indietro. Kulusevski non si ferma e recupera, salta Radu e deposita a porta vuota il pokerissimo del Parma. Il Genoa da tempo è ormai uscito dal campo, il sinistro di Kouame messo in angolo da Sepe nel recupero è solo un moto di orgoglio personale. D’Aversa se la gode, Andreazzoli va via in silenzio, in quella che potrebbe davvero essere la sua ultima gara sulla panchina del Genoa.
 
LE PAGELLE
Cornelius 8 –
Impatto mostruoso sulla gara, segna tre gol nel giro di otto minuti tra primo e secondo tempo abbattendosi come una furia sulle fragili fondamenta difensive del Genoa di Andreazzoli
Kucka 6,5 – Il più classico dei gol dell’ex con uno dei suoi inserimenti da dietro, ad arricchire una partita ricca di quantità e giocate utili per la squadra
Dermaku 7 – All’esordio in Serie A per l’assenza di Bruno Alves gioca una grande partita, senza soffrire per nulla l’emozione della prima volta
Pinamonti 6 – Entra e segna dopo pochi minuti un grande gol, ma non può essere lui da solo a risolvere i tanti problemi di questo Genoa
Schone 5 – Continua la stagione difficile di uno degli uomini più attesi del Genoa. In mezzo al campo non riesce a imporsi con la sua qualità e le sue geometrie, lecito da uno come lui aspettarsi decisamente di più

IL TABELLINO
Parma-Genoa 5-1
Parma (4-3-3):
Sepe 6; Darmian 6, Iacoponi 6,5, Dermaku 7 (31′ st Pezzella s.v.), Gagliolo 6; Kucka 6,5, Scozzarella 6 (17′ st Hernani 6), Barillà 6,5; Kulusevski 7, Inglese s.v. (11′ Cornelius 8), Gervinho 7. A disp: Colombi, Alastra, Hernani, Grassi, Brugman, Sprocati, Karamoh. All: D’Aversa 7
Genoa (3-5-2): Radu 5; Goldaniga 5 (9′ st Ankersen 5,5), Zapata 5, El Yamiq 5; Ghiglione 5,5, Schone 5 (26′ st Jagiello 5,5), Radovanovic 5, Lerager 5, Pajac 5; Kouamé 5,5, Pandev 5 (1′ st Pinamonti 6). A disp: Jandrei, Marchetti, Jagiello, Agudelo, Pajac, Cassata, Sanabria. All: Andreazzoli 5
Arbitro: Valeri
Marcatori: 38' Kucka (P), 42', 46' e 5' st Cornelius (P), 7' st Pinamonti (G), 34' st Kulusevski (P)
Ammoniti: Scozzarella (P), Radovanovic e Kouame (G)
Note: espulso Muzzi (G) dalla panchina al 38'
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments