ITALIA-ESTONIA 4-0

Amichevoli, Italia-Estonia 4-0: Grifo guida la Nazionale degli esperimenti

Doppietta del centrocampista del Friburgo e reti di Bernardeschi e Orsolini. Buon esordio per Evani in panchina

  • A
  • A
  • A

L'Italia di Mancini, guidata da Evani in panchina, ha vinto 4-0 l'amichevole di Firenze contro l'Estonia. Tanti esperimenti e debutti in maglia azzurra, ma è di Vincenzo Grifo il volto in copertina del match. Il centrocampista del Friburgo ha firmato una doppietta con un bel destro a giro al 14' su assist di Lasagna e un rigore al 75'; sul tabellino dei marcatori anche Bernardeschi (27') e Orsolini che ha procurato e realizzato un rigore.

LA PARTITA

Una sgambata per mettere alla prova qualche volto nuovo e far entrare nel giro della Nazionale giovani futuribili. Nella sfida contro l'Estonia l'Italia non ha dovuto accelerare per portare a casa un netto 4-0, frutto di un avversario modesto e di un divario tecnico evidente. Di positivo per gli Azzurri oltre al risultato c'è stato un atteggiamento propositivo e l'esordio di cinque ragazzi. Protagonista Grifo, ma segnali incoraggianti anche da Bernardeschi. Il successo però, alla fine, serve più che altro a consolidare la propria posizione nella classifica speciale da cui verranno tratte le teste di serie in vista del sorteggio per le qualificazioni al Mondiale del 2022.

Con due gol per tempo l'Italia, guidata da Evani per via dell'assenza forzata di Mancini, ha liquidato la pratica estone. Con il 4-3-3 ibrido ormai marchio dell'era manciniana, con due registi e una mezzala pronta a inserirsi, la Nazionale ha trovati il vantaggio con un grandissimo gol di Grifo, assistito da Lasagna al limite dell'area per un destro a giro che dopo aver baciato il palo si è infilato in porta. Il raddoppio, al 27', ha portato la firma rabbiosa di Bernardeschi che, partendo dalla destra, si è accentrato esplodendo il mancino vincente sul primo palo.

Nella ripresa il ritmo si è abbassato ulteriormente tra un cambio e l'altro, salvo subire un'accelerata nel finale con due calci di rigore per gli Azzurri. Il primo conquistato da Gagliardini con una percussione centrale, e realizzato da Grifo per la doppietta personale. Il secondo, invece, preso e trasformato in rete da Orsolini, al secondo gol in altrettante presenze con la maglia dell'Italia.

--

IL TABELLINO

ITALIA-ESTONIA 4-0
Italia (4-3-3):
 Sirigu; Di Lorenzo, D'Ambrosio (35' st Calabria), Bastoni, Emerson (26' st Lu. Pellegrini); Soriano, Tonali (1' st Pessina), Gagliardini; Bernardeschi (26' st Orsolini), Lasagna (26' st Pellegri), Grifo (35' st El Shaarawy). A disp.: Cragno, Meret, Bonucci, Ferrari, Jorginho, Locatelli. Ct.: Evani. 
Estonia (4-2-3-1): Meerits; Teniste (1' st Lilander), Baranov, Mets, Pikk (33' st Jarvelaid); Ainsalu (1' st Tunjov), Soomets; Liivak, Miller (13' st Sorga), Marin (1' st Tur); Sappinen (13' st Lepik). A disp.: Hein, Igonen, Anier, Kuusk, Sinyavskiy, Tamm. Ct.: Voolaid.
Arbitro: Obrenovic (Slovenia)
Marcatori: 14' Grifo, 27' Bernardeschi, 30' st rig. Grifo, 41' st rig. Orsolini
Ammoniti: D'Ambrosio (I); Tunjov, Lepik (E)
Espulsi: nessuno

--

LE STATISTICHE DI OPTA

L’Italia è rimasta imbattuta per 20 partite di fila per la terza volta nella sua storia (15V, 5N): la prima negli anni ’30 con Pozzo (serie di 30 gare) e la seconda con Lippi (striscia di 25 partite, culminata nella Finale del Mondiale 2006).
Con Vincenzo Grifo salgono a 27 i marcatori dell'Italia sotto la gestione Mancini: solo due tecnici ne contano di più nella storia della Nazionale: Vittorio Pozzo (53) e Cesare Prandelli (29).
L’Italia ha vinto tre gare amichevoli di fila senza mai subire gol per la prima volta dal 1994, con Arrigo Sacchi alla guida.
Quella di stasera è la quinta partita dell’Italia con almeno quattro gol all’attivo durante la gestione Mancini, solo tre c.t. della Nazionale hanno collezionato più gare con 4+ reti segnate – Pozzo (19), Valcareggi (7) e Fabbri (6).
L’Italia ha vinto ciascuna delle sette sfide contro l’Estonia in tutte le competizioni, con un punteggio complessivo di 20-2.
Era dal giugno 2017 contro il Liechtenstein che l’Italia non chiudeva una gara senza subire alcun tiro nello specchio.
L’Italia ha subito una sola rete nelle ultime cinque gare disputate in tutte le competizioni, realizzando in media 2.8 gol a partita nel periodo.
L’Italia non realizzava due reti dal dischetto nella stessa partita dal marzo 2019, entrambi con Fabio Quagliarella, contro il Liechtenstein.
L'Italia non realizzava due reti dalla distanza nella stessa sfida dal novembre 2019, contro l'Armenia, con Zaniolo e Barella.
Federico Bernardeschi ha segnato il suo quarto gol sotto la gestione Mancini, solo Andrea Belotti (cinque) vanta più reti con l'attuale tecnico della Nazionale.
Quattro degli ultimi otto gol dell’Italia (escluse le autoreti) sono stati segnati da due giocatori non militanti in club italiani: doppietta di El Shaarawy contro la Moldova e di Grifo stasera.
Secondo gol di Riccardo Orsolini con la Nazionale maggiore, dopo quello del novembre 2019 contro l’Armenia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments