QUI NAPOLI

Napoli, De Laurentiis: "Mertens? Parliamo e parleremo, chi vuole non scompare"

Il presidente del club partenopeo: "Stiamo cercando di organizzare qualcosa durante la pausa per il Mondiale con altre squadre"

  • A
  • A
  • A

Luciano Spalletti e Aurelio De Laurentiis sono intervenuti in conferenza stampa da Castel Volturno. All'ordine del giorno c'era la presentazione del ritiro estivo di Dimaro (in programma dal 9 al 18 luglio), ma l'occasione è stata buona anche per parlare di mercato: "Mertens? Ci siamo visti e parlati, ci incontreremo ancora - ha detto AdL -. È inopportuno mettere pressioni a campionato in corso, poi chi è veramente interessato non scompare e si parla". Per Spalletti sarà fondamentale porre delle basi solide: "Sicuramente ci sarà interesse a portare via qualche nostro calciatore - ha ammesso -. Ma sarà interessante creare una squadra di livello, per ambire a posizioni di classifica importanti".

© ipp

LE PAROLE DI DE LAURENTIIS

Sul ritiro

"Sarà un ritiro 'normalizzato', con i giornalisti che tutti i giorni potranno fare la cronaca degli avvenimenti. Saremo in pieno mercato, ci saranno delle novità e sarà importante per chi segue l'evoluzione della squadra. Questa normalizzazione è importante, anche perché avremo la possibilità di ospitare più di mille persone in tribuna. Nel 2019 arrivavano fino a 70.000 napoletani in Val di Sole. Ci auguriamo col ritorno alla normalità, senza distanze e limitazioni, di riprendere anche le attività di intrattenimento in piazza, con un programma che andremo a definire".

Sulla Serie A che va a concludersi

"Il ritiro sarà l'occasione per un'importante ricostruzione psico-fisica. Usciamo da due anni davvero poco edificanti per tutti e quando vedi quelle gare tra Real e City ti riempi di gioia il cuore e speri di poter rivedere in alto anche il calcio italiano. Qualcuno ha detto che quest'anno il nostro campionato si è ridimensionato, ma io credo sia stata una bella novità, con un campionato molto combattuto sia nella parte alta sia nella parte bassa. Siamo in 20, se fosse così facile vincere allora uno vincerebbe sempre. Qualcuno l'ha fatto, in passato, ma anche lì le cose sono un po' cambiate...".

Sul futuro di Anguissa

"Resterà sicuramente con noi".

Su Mathias Olivera del Getafe

"Ne stiamo seguendo tanti... Anche lui tra le gigantografie? Magari mostreremo una goleada foto...".

Sulla pausa per i Mondiali in Qatar

"C'è il periodo del Mondiale, che sarà senza l'Italia, ma vedendo il calendario non c'è dubbio che in semifinale o in finale non ci saranno tutte le squadre, quindi molti rientreranno prima. Dal 23-24 novembre noi stiamo cercando di organizzarci con altre squadre per fare qualcosa... Si era parlato di Usa, Emirati, forse Nord Africa. Stiamo vedendo e studiando, c'è una commissione di Lega che valuta le opportunità, poi è chiaro che non puoi convincere tutte a seguire un certo protocollo e qualcuno si organizzerà o si è già organizzato in un altro modo".

Su Mertens

"Ci siamo visti e parlati, ci incontreremo ancora. È inopportuno mettere pressioni e speranze a campionato in corso, poi chi è veramente interessato non scompare e si parla. Vediamo dal 23-24 maggio in poi, tanto mica scappiamo. Con Spalletti getteremo le basi del mercato".

Su eventuali botti di mercato

"Sono tempi difficili per tutti. Noi stiamo aspettando una ripresa del mercato, che però passa per uscite e acquisizioni".

LE PAROLE DI SPALLETTI

Sul ritiro

"Torniamo in Trentino molto volentieri. A Dimaro ci sono le condizioni logistiche e climatiche perfette per poter fare un ottimo ritiro. Dimaro è a 700mt d'altitudine, le condizioni favorevoli per allenarsi a una temperatura corretta e di riposare correttamente la notte. C'è il torrente Noce con una gradazione di 5-6° per l'immersione muscolare che permette rapidi recuperi dallo sforzo, poi ci creano la zollatura della pista per lavorare con due gruppi contemporaneamente. Fare la preparazione in Trentino ci permette di lavorare con un panorama mozzafiato, le Dolomiti sono come auricolari con dentro i suoni di una natura incantevole. Se poi tra le montagne ci fate trovare un vulcano uguale al Vesuvio…".

Sul futuro e sul mercato

"L'amore per questa squadra è sempre tanto, poi c'è l'intenzione di organizzare una gruppo forte. Sicuramente ci sarà interesse a portare via qualche nostro calciatore, ma sarà interessante creare una squadra di livello, per ambire a posizioni di classifica importanti. Ci stiamo già lavorando, poi vedremo cosa ci dirà il campo".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti