NAPOLI

Napoli, Osimhen rischia tre giornate: ma c’è un’attenuante

L’attaccante azzurro rischia di essere out per la sfida alla Juve, ma i precedenti Sensi, Immobile e Morata…

  • A
  • A
  • A

La stagione 2021/22 di Victor Osimhen non sarebbe potuta iniziare peggio: l'ex Lille è stato espulso dopo 22' di Napoli-Venezia dall'arbitro Aureliano per aver colpito con una manata Heymans e ora rischia di saltare il big match con la Juventus al rientro dalla sosta. Potrebbe esserci, però, un’attenuante per l’attaccante nigeriano: la condotta potrebbe non essere considerata violenta e per questo il Giudice Sportivo potrebbe infliggergli un solo turno di stop (o al massimo due poi riducibili a uno con il ricorso).

Getty Images

Se nel suo referto il direttore di gara dovesse scrivere che si è trattato di 'condotta violenta', Osimhen sarebbe costretto a rimanere lontano dai campi per tre partite e, di conseguenza, salterebbe l'attesa sfida con la Juventus, ma il Giudice Sportivo potrebbe chiedere un supplemento di rapporto e catalogare il suo comportamento come 'condotta gravemente antisportiva'.

In questo caso la minima sanzione sarebbero due giornate di squalifica, ma se il Napoli dovesse fare ricorso, come fatto per esempio proprio dalla Juve lo scorso anno per Morata, molto probabilmente sarebbe accolto riducendo lo stop a un solo turno.

A giudicare dai precedenti più recenti, le speranze di vedere il nigeriano nella formazione anti-Juventus sembrerebbero comunque fondate. Nello scorso campionato capitarono infatti due episodi molto simili durante Lazio-Inter con protagonisti Sensi e Immobile: il primo colpì da terra Patric con una manata al volto, lo stesso fece il bomber biancoceleste nei confronti di Vidal, ed entrambi furono squalificati per una sola giornata grazie alla concessione delle attenuanti.

Il Napoli e i tifosi azzurri attendono con ansia le decisioni del Giudice Sportivo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments