Milan, la corsa Champions si complica: rischio crollo nel finale

Le scorie del derby e la sosta per gli impegni delle nazionali hanno tolto brillantezza e certezze ai rossoneri

  • A
  • A
  • A

Il pasticcio di Donnarumma e alcune decisioni arbitrali dubbie costano al Milan la seconda sconfitta di fila, confermando il momento difficile dei rossoneri. Dopo il ko contro la Samp, per Gattuso & Co. si complica infatti il cammino per conquistare un posto in Champions, col rischio di un crollo nel finale come nella scorsa stagione. Dietro, del resto, Roma, Atalanta, Lazio e Samp non mollano e, per centrare il bersaglio grosso, il Milan dovrà cambiare passo rapidamente.

Per la banda rossonera parlare di crisi è ancora presto, ma alcuni dati danno il polso della situazione. E il quadro non è certo brillante. A partire dalle due sconfitte di fila. Non accadeva da dicembre 2017. Con Gattuso in panchina da poche settimane, i rossoneri persero prima di Natale a Verona 3-0 contro l'Hellas e poi a San Siro con l'Atalanta 2-0. Due ko che fanno riemergere il finale da dimenticare della scorsa stagione e che alimentano dubbi e incertezze. A questo punto, infatti, i rossoneri sono chiamati a tenere la barra a dritta per centrare un posto in Champions, vero obiettivo stagionale e crocevia per il futuro del club in termini di investimento e ambizioni.

Al netto di discorsi tecnici e della "punizione" di Kessie, a Genova il Milan ha perso per un episodio, ma la verità è che la Samp è stata superiore alla resa dei conti. Sul piano del gioco e della corsa. Una sconfitta senza alibi (se si escludono le proteste per il rigore su Piatek), che rischia di rovinare i piani di Leonardo e di mettere ancora il bilico il futuro di Gattuso. Contro i blucerchiati, il Milan non ha saputo imporrele proprie idee, confermando la fragilità di alcuni singoli e il trend negativo dopo le soste. In tre anni, infatti, nelle sedici gare dopo gli impegni delle nazionali, i rossoneri hanno vinto una sola volta, incassando cinque pari e dieci sconfitte. Un ruolino pessimo, che non può essere letto come una semplice coincidenza.

Un problema che Gattuso conta di risolvere in tempi brevi, tornando a lavorare col gruppo al completo e riprendendo subito il filo del discorso pre-derby. Dettagli che, insieme anche a qualche rigore in più, potrebbero cambiare le sorti di un finale che altrimenti rischia di rivelarsi molto simile a quello dell'anno scorso, con tanti rimpianti e rimorsi. Un crollo che "Ringhio" vuole evitare per dimostrare di meritarsi un posto tra leprime della classe. Dopo due sconfitte di fila per il Milan è arrivato il momento cruciale della stagione. Il bivio per la Champions.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments