FRANCIA

Ligue 1, il Lens ne fa tre al Psg e accorcia in vetta: ora è a -4 dai parigini

La capolista sconfitta 3-1. Sorride il Monaco, cade il Lione

  • A
  • A
  • A
© afp

La 17a giornata della Ligue 1 regala un sogno al Lens, che sconfigge 3-1 il PSG nel big match. I Sang et Or, trascinati dalle grandi prove di Seko Fofana e Openda, si portano così a quattro punti dalla capolista. Sorride il Monaco, che sconfigge 1-0 il Brest, mentre sprofonda il Lione: l'OL perde col Clermont ed è sempre più lontano dalle coppe. Vince anche il Lorient sull'Angers (2-1), successi importanti in ottica-salvezza per Nantes e Tolosa.

LENS-PSG 3-1
Il 2023 del PSG inizia, a sorpresa, con una sconfitta: il Lens, ormai autentica certezza della Ligue 1, sconfigge 3-1 i campioni di Francia grazie alle prestazioni dominanti di Seko Fofana e Openda. Avvio a ritmi folli ed emozioni immediate allo Stade Bollaert-Delelis, coi padroni di casa che passano in vantaggio al 6': sul tocco di Haidara, Donnarumma respinge in modo incerto e arriva il tap-in di Frankowski. La scena si ripete, a parti invertite, all'8': Samba non blocca il tiro-cross di Mukiele ed arriva il gol del pareggio di Etikike. I parigini spingono a caccia del vantaggio e la loro rete sembra nell'aria, invece arriva il 2-1 del Lens, che colpisce con un'efficace ripartenza: Fofana recupera palla e serve con un perfetto filtrante Openda, che insacca alle spalle di Donnarumma. I Sang et Or sono in pieno controllo e trovano il tris in avvio di ripresa. Una rete che deriva nuovamente da un errore del PSG, con Fabian Ruiz a perdere palla al limite dell'area: Openda raccoglie e, col tacco, serve Claude-Maurice che non sbaglia a tu per tu con Donnarumma. La capolista alza nuovamente i ritmi, sprecando due buone chances con Hakimi e Sarabia, che esaltano i riflessi di Samba. Galtier non ha molti ricambi in panchina e deve ricorrere ai suoi giovani, inserendo Zaine-Emery (2006) e Gharbi (2004). Due innesti che non portano vantaggi al PSG, che viene sconfitto 3-1: il Lens si porta a -4 e si candida ad essere una serissima contendente per il titolo. 

MONACO-BREST 1-0
Vince, ma non convince del tutto il Monaco. La formazione del Principato sconfigge 1-0 il Brest grazie a Golovin, con qualche brivido di troppo nel finale. Gioca titolare il talentino Ben Seghir (2005), dopo la doppietta da sogno nel suo debutto in Ligue 1, ma il grande protagonista è Krepin Diatta: l'esterno senegalese ingaggia un autentico duello con Bizot, vinto dal portiere con almeno tre interventi decisivi. Nella ripresa il Brest spreca una buona chance e viene punito al 54': la rete decisiva è di Golovin, che segna con un destro chirurgico. Il risultato si sblocca e il Monaco rischia grosso nel finale: Le Douaron ha due chances concrete, con Nübel protagonista, mentre Mounié colpisce la traversa. Arriva comunque la vittoria, che vale il quarto posto con 33 punti, mentre il Brest resta quartultimo a quota 13. 

LIONE-CLERMONT 0-1
Ricade nei suoi errori e nelle sue insicurezza il Lione, che viene sconfitto 1-0 dal Clermont e vede allontanarsi ulteriormente le posizioni che valgono le coppe europee. I ragazzi di Laurent Blanc rischiano il pasticcio in avvio, ma Lopes è bravo ad evitare la goffa autorete di Kumbedi. L'inerzia della partita sembra però a favore dell'OL, che ha una prima chance con Caqueret e domina nel primo tempo: Tetê è ispirato, con una rete sfiorata e l'assist per il 2005 Kumbedi, ma il portiere Diaw è attento. Nella ripresa, Anthony Lopes evita il vantaggio di Andric, ma non può nulla all'87': un'ingenuità di Lukeba regala un penalty al Clermont, che lo trasforma con Cham. Si tratta della rete decisiva, perchè il Lione non reagisce e addirittura rischia di subire il raddoppio da Kyei. Crolla l'OL, sempre ottavo con 24 punti e ora tallonato dalla formazione ospite: il Clermont, che non vinceva da sei gare, si porta infatti a quota 22 dopo l'impresa del Groupama Stadium.

ANGERS-LORIENT 1-2
Prosegue la crisi dell'Angers, che viene rimontato e sconfitto 2-1 da un Lorient sempre più radicato nelle posizioni che valgono le coppe europee. La sfida inizia nel migliore dei modi per il fanalino di coda della Ligue 1, ancora privo dei "mondiali" Ounahi e Boufal: Sima incorna di testa su azione da corner ed è 1-0 al 10'. Hunou spreca il raddoppio, mentre Bernardoni è decisivo su Moffi e si ripete nella ripresa su Le Fée e Dango Ouattara. Succede di tutto nel finale, che vede il Lorient rimontare e portare a casa la vittoria. Il pareggio è autoprodotto dall'Angers, con Sima che realizza un'autorete da corner (79'), esattamente come aveva segnato. All'87' arriva poi la beffa finale per i padroni di casa, con l'eurogol di Le Fée e il 2-1 del Lorient. Finisce 2-1 e arriva la nona sconfitta consecutiva per l'Angers, ultimissimo con 8 punti in 17 gare. Aggancia il quinto posto, invece, il Lorient, aspettando la risposta di Rennes e Lille che giocheranno domani. 

NANTES-AUXERRE 1-0
Vittoria scacciaguai per il Nantes, che sconfigge 1-0 l'Auxerre e si porta a +4 sulla zona-retrocessione. Dopo un'iniziale fase di studio, sono i padroni di casa a rendersi pericolosi nel primo tempo: Ganago centra la traversa, Blas impegna Costil. Nella ripresa è ancora il Nantes a dominare, contro un avversario sterile dal punto di vista offensivo, e al 74' arriva il meritato vantaggio: Ganago prolunga verso Coco, che scatta sul limite del fuorigioco e colpisce tra le gambe di Costil. Segna il Nantes, che nel finale deve contenere l'assedio dell'Auxerre: la miglior occasione è di M'Changama, che non riesce a riaprire la sfida. Sorride dunque il Nantes, con un successo importante nella corsa-salvezza. Restano terzultimi, invece, gli ospiti con 13 punti. 

TOLOSA-AJACCIO 2-0
Torna al successo il Tolosa, che non sorrideva in Ligue 1 dal 16 ottobre e ha la meglio su un Ajaccio decisamente poco pericoloso: finisce 2-0 per i biancomalva, che escono dalla zona calda della Ligue 1. Dominano i padroni di casa sin dai primissimi minuti, con la rete annullata a Chaïbi e le chances sprecate da Onaiwu e Dejaegere. Per l'Ajaccio un solo squillo, con Belaïli, e tantissimi rischi corsi. Il Tolosa riscuote il suo credito con la sorte, e trova il meritato vantaggio alla ripresa delle ostilità: lo firma Ratao, che beffa Leroy al 47'. La partita è ormai indirizzata, e al 62' arriva il bis: il brasiliano serve sul secondo palo Dejaegere, che colpisce al volo per il 2-0. Il dominio del TFC è netto, con Chaïbi che si vede annullare un'altra rete e l'intervento di Leroy ad evitare il tris del rientrante Aboukhlal. Sorride e sale a 19 punti il Tolosa, portandosi a +6 sulla zona-retrocessione. Arriva il decimo ko in 17 giornate, invece, per l'Ajaccio, fermo a quota 15 e quintultimo. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti