Calcio

"La Lega calcio rappresenta gli interessi di venti club, non di cinque o sei...". Il tecnico del Lecce Fabio Liverani rincara la dose dopo le accuse di campionato falsato per il rinvio di Juve-Inter e altre quattro
partite. "Chiarisco il mio pensiero - ha detto dopo la pesante sconfitta in casa contro l'Atalanta - La salute viene prima, e il governo aveva deciso di far giocare alcune partite a porte chiuse. Se la Lega riteneva di dover intervenire, doveva far slittare tutta la giornata mettendo un turno infrasettimanale. Giocare una partita 'vera' del 1° marzo il 13 maggio, quando sono poche le partite 'vere', in cui senza nulla di strano gli obiettivi raggiunti tolgono gli stimoli, non è la stessa cosa. E poi, a quanto mi risulta, ora che hanno fissato il recupero il 13 maggio, non possono più intervenire da statuto, a meno che i club si mettando d'accordo...".

Tempo reale
  • A
  • A
  • A