Lucas Leiva: "Sempre saputo che la Lazio era forte: e ora posso prendermi Champions e Mondiali"

Il centrocampista brasiliano e la lotta per il terzo posto: "Chi temo di più tra Roma e Inter? Confido in noi e basta"

  • A
  • A
  • A

Un incontro fruttuoso, benedetto da entrambe le parti. La Lazio lo aveva scelto per il dopo Biglia, lui aveva scelto la Lazio per tornare protagonista: scelte azzeccate, entrambe. All'indomani del successo contro l'Udinese che ha consilidato (a classifica finalmente effettiva) il terzo posto dei biancocelesti, Lucas Leiva si concede un primo bilancio di stagione, di certo in attivo: "Quella con l'Udinese era una partita importante per noi - ha raccontato il brasiliano a Premium Sport - abbiamo preso tre punti, ma ne restano ancora tante e dobbiamo continuare così".

Davanti, ora, la sfida di San Siro con il Milan. Il successo dell'andata contro i rossoneri, forse, fu un momento spartiacque della stagione: "Il 4-1 dell'andata non è stato un risultato normale contro una squadra come il Milan. Ora però i rossoneri sono più forti ma noi dobbiamo andare a San Siro con fiducia per cercare di vincere".

Vincere per difendere il terzo posto su Inter e Roma: "Tutte le squadre sono forti, prima della sosta eravamo quinti e ora siamo terzi. Ma questo non significa niente, dobbiamo continuare a vincere per restare terzi e andare in Champions League. Ma c'è ancora tanto da fare".

Anche se molto, in effetti è stato fatto: sicuramente tanto da smentire le perplessità e lo scetticismo di inizio stagione: "Ma io sapevo che questa era una squadra forte, l'anno scorso ha fatto bene e mi sono sentito a mio agio fin dal primo giorno".

Una squadra che ora può aiutare Lucas Leiva a raggiungere anche un altro obiettivo: "So che tornare in nazionale sarà molto difficile perché resta poco tempo da qui al mondiale. Però a marzo c'è un'altra sosta e se continuo a giocare così e se la Lazio continua a fare bene posso sperare nella convocazione".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments