VERSO LAZIO-ATALANTA

Lazio, Sarri aspetta l'Atalanta: "É come andare dal dentista"

L'allenatore della Lazio: "Soddisfatto di come sta crescendo la mia squadra"

  • A
  • A
  • A

La Lazio di Sarri affronta l'Atalanta per la 22a giornata di Serie A, un crocevia importante per le ambizioni da Champions League di entrambe le squadre. I biancocelesti arrivano da due pareggi, ma con il quarto posto in classifica: "Gli obiettivi devono essere credibili, per stipendio e fatturato non siamo tra le prime quattro e quindi non abbiamo responsabilità di questo tipo - ha commentato Sarri alla vigilia -. La Champions è un sogno". All'Olimpico arriva l'Atalanta e Sarri cita Guardiola: "Affrontare la squadra di Gasperini è come andare dal dentista, sarà una partita tremenda".

La Lazio però si presenta a questa sfida con sette punti in più rispetto alla scorsa stagione con un netto miglioramento nella continuità di rendimento: "Dal punto di vista dell'evoluzione questa squadra mi lascia soddisfatto - ha commentato Sarri -, c'è una professionalità e un'applicazione completamente diversa rispetto alla passata stagione. Però non arriviamo mai all'ultimo salto di qualità e questa cosa è frustrante, perché i margini ci sono tutti".

L'Atalanta è una delle avversarie più difficili da affrontare per lo stesso Sarri: "Se sta bene fisicamente è una formazione fortissima, se invece decade la forma sono una squadra normale. Si possono permettere sei grandi attaccanti e all'Olimpico troveremo una squadra super, in grande forma, sarà tremendo".

Pur abbassando le aspettative, la Lazio è in corsa per un posto in Champions League: "Non è una nostra responsabilità - ha confermato Sarri -, un conto è un obiettivo credibile un altro sono i sogni. Sicuramente la squadra ha voglia e fame, ma non sempre riusciamo a dimostrarlo perché abbiamo qualche limite. Non dimentichiamo che non abbiamo mai avuto Immobile al top della forma, avremmo segnato di più".

La differenza con l'Atalanta in campo: "Sta tutta nel fatto che loro hanno fatto la Champions per 3 anni di fila incassando 100 milioni in più rispetto al solito, potendosi poi permettere calciatori da 25 milioni di euro. In stagione ci stiamo equivalendo, sicuramente sarà una bella opportunità per la classifica ma niente di definitivo".

Infine Sarri ha commentato le parole di Luis Alberto che aveva ammesso che durante le sedute video del tecnico qualche volta l'occhio calava: "Luis Alberto è un caz***e, gli piace andare controcorrente. La metà dei filmati ce li chiedono i giocatori".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti