VERSO IL RINNOVO

Lazio, Lotito: "Mai tensioni con Inzaghi, confronti tra padre e figlio"

Il presidente biancoceleste: "Con lui come con Tare ho fatto affidamento sulle qualità umane"

  • A
  • A
  • A

"Inzaghi? Non ci sono mai state tensioni. Confronti dialettici sì, come avviene in una famiglia tra padre e figlio". A poche ore dalla sfida di andata di Champions League contro il Bayern, il presidente della Lazio Claudio Lotito ha speso parole di grande affetto verso l'allenatore biancoceleste, con il quale, va ricordato, sta discutendo del rinnovo di contratto: "Quando ho da fare delle considerazioni le faccio, ma non in tono repressivo, ma con un dialogo stimolante per fare sempre meglio. Con lui come con Tare ho fatto affidamento sulle qualità umane e non solo su quelle professionali, fermo restando che l'ultima parola spetta a me io no ho mai fatto invasioni di campo. Da noi c'è un grande rispetto dei ruoli".

E toccherà a Simone Inzaghi guidare la squadra nella sfida sui 180 minuti contro il Bayern Monaco: "Un confronto che ha un significato importante per la società, per il sottoscritto, ma soprattutto per i tifosi" ha continuato Lotito nel corse dell'intervista rilasciata a Sky. "Quando sono arrivato c'era una società in coma irreversibile, mentre oggi c'è una società economicamente risanata e che ha ottenuto dei risultati sportivi. Confrontarsi questa sera contro una squadra che ha vinto il Mondiale, da tutti temuta, vuol dire che la Lazio sta percorrendo un tragitto che proseguirà con ulteriori soddisfazioni. Come il Bayern, il nostro obiettivo è sempre coniugare risultati sportivi ed economici". Un match che è anche la sfida Immobile-Lewandowski: "Ho sempre creduto in Immobile, c'è un bel rapporto anche fuori dal classico schema presidente-giocatore. E' un grande professionista, oltre ad avere qualità  tecniche indiscusse. Festeggerò la sua Scarpa d'oro con una grande manifestazione in una istituzione importante per la città. Lui rappresenta Roma, da ricordare che siamo la squadra più antica della Capitale. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments