CHAMPIONS LEAGUE

L'Inter a Plzen ancora orfana di Lukaku: Viktoria decisivo, straordinari per Lautaro

I nerazzurri alla seconda uscita in Champions: Inzaghi confida nella reazione vista sabato contro il Torino

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

L'Inter parte per la Repubblica Ceca, Lukaku resta ad Appiano a lavorare. Domani i nerazzurri affrontano il Viktoria Plzen in un match già decisivo per il cammino europeo. Domani l'attaccante belga svolgerà nuovi accertamenti medici per capire quale sia stata l'evoluzione del problema ai flessori che lo ha tenuto fuori nelle ultime settimane. Il ricongiungimento potrebbe avvenire così in settimana, anche se al momento sono basse le possibilità di vedere Big Rom a Udine. Prima però c'è la Champions. Ed è trasferta pesante. Se col Bayern era proibitiva, questa è una partita crocevia. Inzaghi porta con sé la reazione di forza degli ultimi venti minuti contro il Torino e l'entusiasmo che il gol di Brozovic ha riportato nel gruppo: la consapevolezza di aver superato un ostacolo altissimo - solo chi non conosce i granata poteva leggere diversamente la partita di sabato, a due giorni e mezzo dai novanta minuti contro il Bayern - è un propulsore per un motore che si era ingolfato.

Occorre però capire quanti dubbi ancora di formazione Simone Inzaghi si porta a Plzen. Il primo è tra i pali: Onana è in vantaggio su Handanovic, ma sbilanciarsi è difficile. Il camerunese è in vantaggio perché l'alternanza campionato-coppa dovrebbe accompagnarci per il resto della stagione: un modo per tenere "caldi" entrambi. Rischioso? Probabilmente sì, ma il gioco pare al momento questo. Altre scelte di rottura stile Bayern non sembrano all'orizzonte. Davanti straordinari per Lautaro (quanto manca Lukaku anche per permettere al Toro di rifiatare!), al suo fianco Dzeko. Correa non sta dando le risposte attese. A centrocampo rientra anche in Europa Barella, in difesa Skriniar-De Vrij-Bastoni, anche perché Dimarco insidia Gosens come quinto di sinistra. A destra, invece, c'è un Dumfries che deve ritrovarsi ma non è detto che sia chiamato a farlo domani sera: Darmian garantisce in questo momento maggiore solidità. Oggi, intanto, ultimo allenamento e poi partenza. In serata le parole di Inzaghi alla vigilia del match: sicuramente utili per fare un po' di chiarezza sui dubbi elencati.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti