IL BIG MATCH

Juve-Inter, primo round: Sarri vs Conte

ICC, alle 13.30 in Cina va in scena il primo derby d'Italia stagionale

  • A
  • A
  • A

Anche a luglio, Juve-Inter non è mai una partita normale. Nemmeno se si gioca in Cina. Lo sanno bene Maurizio Sarri e Antonio Conte, chiamati a guidare rispettivamente la rivoluzione bianconera e nerazzurra dopo l'era Allegri e Spalletti. Alle 13.30 a Nanchino va in scena il primo derby d'Italia stagionale. Una sfida totale, con tanti protagonisti e duelli. Il primo, in panchina, tra i tecnici, con Conte che affronta il suo passato. In carriera è la prima volta che i due si affrontano in una gara ufficiale da mister. E, al netto della condizione fisica, nessuno vorrà abbassare la testa. Quanto al campo, invece, si prevedono scintille, con tanti protagonisti vecchi e nuovi pronti a dare il massimo per lanciare subito un segnale forte e chiaro all'avversario di sempre

Il primo Juve-Inter dell'anno si gioca nel quartier generale di Suning. Un dettaglio che dà ancora più pepe al big match. Già, perché Juve-Inter non è soltanto una partita di calcio, ma molto di più. Sono due mondi contro, due colossi che si sfidano non solo in campo, ma anche sul terreno commerciale. Marchi globali che vogliono imporsi nell'Olimpo mondiale del calcio, dando vita a una rivalità che va oltre il terreno di gioco. E poco importa se le squadre sono ancora in "rodaggio", se le nuove fiolosofie di gioco sono ancora da assimilare e se il mercato non è ancora finito. Juve-Inter è sempre Juve-Inter. In qualsiasi periodo dell'anno e in ogni angolo del pianeta. E l'unica cosa che conta è vincere. Vincere per dare un segnale alla squadra, ai tifosi e all'ambiente. E per cominciare a mettere insieme i pezzi dei rispettivi puzzle e dare certezze ai due nuovi progetti tecnici.

A CR7 spetterà il compito di testare il nuovo "bunker" a tre nerazzurro, che con l'arrivo di Godin si arricchisce di un altro elemento di esperienza e qualità. Dall'altra parte toccherà invece a De Ligt trovare spazio e dare subito segnali importanti, calandosi subito nella parte accanto a Bonucci e chiarendo le gerarchie con Rugani. Muro contro muro, insomma.  Con Sarri chiamato a gestire il caso Higuain e a provare nuove soluzioni nel tridente e Conte costretto ad affidarsi a un attacco "leggero" con Perisic seconda punta e a fare i conti un mercato che non decolla. Tutto con tanti duelli in mediana, facce nuove da testare ed equilibri e meccanismi ancora da oliare. A Nanchino sarà sfida totale. 

FORMAZIONI UFFICIALI

Juve (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Higuain, Ronaldo.
A disp.: Buffon, Pinsoglio, Loria, Rugani, Demiral, Di Pardo, Coccolo, Beruatto, Emre Can, Kastanos, Touré, Muratore, Mandzukic, Fredriksen, Mavididi, Matheus Pereira. All.: Sarri

Inter (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Dalbert; Perisic, Esposito.
A disp.: Padelli, Berni, Godin, Bastoni, Ntube, Ranocchia, Pirola, Agoume, Barella, Borja Valero, Joao Mario, Colidio, Longo, Vergani. All.: Conte

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments