inchiesta prisma

Inchiesta plusvalenze: Covisoc e Figc attendono novità dalla Juventus

Dopo gli interrogatori e le perquisizioni, la giustizia penale continua ad esaminare le carte. Ora palla alla giustizia sportiva

  • A
  • A
  • A

Dopo le perquisizioni e gli interrogatori dei giorni scorsi, l'inchiesta Prisma che ipotizza i reati di falso in bilancio e false fatturazioni per la Juventus con sette indagati tra attuali e vecchi dirigenti si prende una sorta di pausa, almeno a livello penale: i pm si concentreranno sull'esaminare le carte sequestrate, soprattutto alla ricerca del famoso documento relativo a Cristiano Ronaldo. Per il club bianconero oggi sarà comunque una giornata importante visto che dovrà fornire aggiornamenti sia alla Covisoc che alla Procura della Federcalcio per il filone della giustizia sportiva.

Getty Images

La Juve, all'interno del "Supplemento al prospetto informativo" relativo all'aumento di capitale, infatti aveva promesso "di fornire un quadro informativo aggiornato anche con riferimento ai possibili profili della Società" alla Covisoc entro lunedì 6 dicembre dopo l'apertura delle indagini, verrà quindi inviata una sorta di memoria difensiva.

Poi sarà il momento delle spiegazioni alla Figc, che resta in attesa di ricevere il materiale sia dalla Covisoc che dalla Procura di Torino: è stata aperta un'inchiesta anche a livello federale ed è da lì che arriveranno le eventuali sanzioni sportive.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti