Chi alla Juve al posto di Allegri? Sogno Pochettino, spuntano Inzaghi e Mihajlovic

Guardiola si chiama fuori, difficile arrivare a Deschamps e Pochettino

  • A
  • A
  • A

Grande ammucchiata per la panchina della Juventus. Dalla 12:48, ora del comunicato ufficiale sull'esonero di Allegri, è scattata la caccia al sostituto. Moltissimi i papabili, mentre Agnelli, Paratici e Nedved sono al lavoro per costruire il futuro. Guardiola, il grande sogno del presidente bianconero, è stato il primo a chiamarsi fuori: "Resto al Manchester City". Poi, guardando all'estero, ci sono i big Pochettino e Deschamps. Il primo può lasciare il Tottenham dopo la finale di Champions League, ma spaventa l'ingaggio da quasi 20 milioni di euro netti a stagione e ancor di più la clausola per liberarlo dagli Spurs. Difficile anche la via che porta al ct della Francia campione del mondo: il transalpino ha il dna Juve, ma ha l'opportunità di fare il double con la sua nazionale agli Europei in programma il prossimo anno.

Nel lotto dei candidati ci sono anche Sinisa Mihajlovic e Simone Inzaghi che, al momento, e lo sottolineamo, sembrano i due nomi con la maggior probabilità di sostituire Allegri. Il tecnico del Bologna era già stato vicino ai bianconeri nel 2014, ma poi Conte decise di restare prima di dimettersi due mesi più tardi. Il serbo piace ad Agnelli e a Paratici, ma ovviamente non scalda i tifosi. Anche qui sembra di tornare a cinque anni fa quando successe la stessa cosa proprio con il tecnico livornese che ha conquistato 11 trofei. L'allenatore della Lazio, invece, ha le valigie pronte ma potrebbe cambiare la destinazione del biglietto da Bergamo, dove sembrava destinato alla guida dell'Atalanta, a Torino per iniziare l'avventura in bianconero.

Da tenere in considerazione anche Maurizio Sarri. Qualcuno vocifera già di un primo sondaggio con il toscano che si separerà dal Chelsea dopo la finale di Europa League. Certo che vedere l'ex tecnico del Napoli sulla panchina dell'Allianz Stadium sarebbe clamoroso. Suggestione, per il momento impossibile, il ritorno di Antonio Conte che si è promesso all'Inter. I tifosi lo invocano a gran voce, ma Agnelli ha già dato il suo veto a Paratici e Nedved all'operazione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments