INTER-VENEZIA 2-1

Serie A: Inter-Venezia 2-1, Dzeko al 90' manda in fuga i nerazzurri

Un colpo di testa del bosniaco regala i tre punti a Inzaghi. A segno anche Henry e Barella. Milan a -5

di
  • A
  • A
  • A

Un gol di Dzeko al 90' regala all'Inter la vittoria contro il Venezia per 2-1 nella 23a giornata di Serie A e manda in fuga i nerazzurri, ora a +5 sul Milan atteso dalla Juventus. Gara complicata per i nerazzurri, che vanno sotto al 19' per un colpo di testa di Henry. I campioni d'Italia trovano il pareggio al 40' con Barella dopo una volée di Perisic respinta da Lezzerini. I lagunari reggono bene nella ripresa, fino al colpo di testa del bosniaco nel finale.

LA PARTITA
Un'Inter stanca e con poche idee riesce ad avere la meglio di un Venezia più forte del Covid solo al 90' e conquista la vittoria numero 11 nelle ultime 14 giornate, mettendo tanta pressione sul Milan impegnato nel big-match con la Juve domenica sera. Una vittoria davvero sofferta, strappata con le unghie e con i denti grazie a colui che era stato senza dubbio il peggiore in campo fino a quel momento. Edin Dzeko, dopo aver sbagliato alcune facile occasioni, ha trovato la zuccata vincente da autentico campione quando ormai il pareggio sembrava sigillato e da parte del Venezia estremamente meritato per l'ottima prova offerta in grandissima emergenza. Tre punti che potrebbero risultare decisivi nella corsa scudetto e vittoria che potrebbe dare un bel colpo al morale delle rivali per come è stata conquistata. 

Inzaghi schiera la formazione titolare, schierando anche i diffidati Brozovic e Lautaro Martinez, preferendo Darmian e Dumfries sulla corsia di destra. Il Venezia è rimaneggiato a causa del Covid, che ha colpito tra gli altri anche mister Zanetti: il vice Bertolini schiera il 3-5-2, mandando subito in campo l'ultimo arrivato Ullmann. La coppia d'attacco è formata da Okereke ed Henry. Come da copione, l'Inter fa la partita a schiaccia i lagunari nella propria metà campo. C'è, però, poca velocità nella manovra e gli ospiti si difendono con ordine senza subire troppo, con Dzeko e Lautaro imbrigliati dai tre centrali. Sembra una gara a senso unico, ma così non è e al 19' i nerazzurri vanno sotto: Ampadu mette in area, Henry lasciato troppo solo da Skriniar fa secco Handanovic con un colpo di testa. Il gol subito innervosisce i padroni di casa (gialli a Barella e Bastoni) e gli spazi sono sempre più difficili da trovare. Calhanoglu e Brozovic ci provano da fuori, ma Lezzerini para senza problemi. Al 36' Lautaro Martinez dà segnali di vita, ma la sua sforbiciata è bella ma imprecisa. Al 40' arriva il pareggio: Lezzerini è super sulla volée di Perisic, sulla ribattuta Barella non sbaglia. Il Venezia protesta per un contatto aereo tra Dzeko e Modolo, ma per Marchetti è tutto regolare e il Var non interviene.

Inzaghi lascia negli spogliatoi Bastoni e inserisce Dimarco per avere un po' più di spinta. Si gioca a una porta sola, ma Dzeko non ne azzecca una. Prima manca l'impatto vincente su preciso assist di Calhanoglu, poi da due passi non approfitta dell'indecisione di Lezzerini sul colpo di testa di De Vrij spedendo alto. Il portiere dei veneti è bravo a chiudere la porta a Darmian e poi è attento e reattivo sulla punizione di Dimarco. In mezzo l'unica chance, ghiotta, per gli ospiti, ma Handanovic respinge il diagonale di Okereke. Inzaghi si gioca anche la carte Sanchez, Vidal e Dumfries e proprio dal cross dell'olandese nasce il gol-vittoria. In pieno recupero Vidal fallisce il tris, ma il Venezia non ne ha più e i 5000 di San Siro possono esultare.

LE PAGELLE
Dzeko 6,5
- La gara del bosniaco è da 4,5 fino al 90', in tanti hanno storto il naso quando è stato Lautaro a lasciare il posto a Sanchez nell'assalto finale, ma alla fine ha avuto ragione Inzaghi. Torna al gol dopo 9 gare e un mese e mezzo di astinenza.
Lautaro Martinez 5 - La sua gara è tutta in una sforbiciata bella ma alta al 36'. Faccia scura al momento del cambio con Sanchez.
Skriniar 5 - Si perde completamente Henry in occasione del gol del Venezia, un errore grossolano che poteva costare carissimo

Henry 7 - Con la sua fisicità mette alle corde i difensori dell'Inter. Splendido il gol di testa, poi lotta come un leone ed è preziosissimo anche nelle sponde.
Lezzerini 6,5 - Sui due gol è incolpevole, salva i suoi in altre occasioni e dà sempre un senso di sicurezza a tutta la squadra.
Okekere 6 - Tanto concreto il compagno Henry, quanto fumoso il nigeriano. Nella ripresa ha sul piede il pallone del 2-1, ma Handanovic gli dice no.

IL TABELLINO
INTER-VENEZIA 2-1
Inter (3-5-2)
: Handanovic 6; Skriniar 5, De Vrij 6, Bastoni 5,5 (1' st Dimarco 6); Darmian 5,5 (28' st Dumfries 6,5), Barella 6,5 (27' st Vidal 6), Brozovic 6 (37' st Vecino sv), Calhanoglu 5,5, Perisic 5,5; Dzeko 6,5, Lautaro Martinez 5 (28' st Sanchez 6). A disp.: Cordaz, Radu, Gagliardini, Kolarov, Sensi, Ranocchia, D'Ambrosio. All.: Inzaghi 6
Venezia (3-5-2): Lezzerini 6,5; Ceccaroni 6, Caldara 6,5, Modolo 6; Ampadu 6,5, Cuisance 6 (21' st Peretz 5,5), Vacca 6 (25' Fiordilino 5,5), Tessmann 6,5 (21' st Kiyine 5,5), Ullmann 6; Okereke 6 (37' st Sigurdsson sv), Henry 7 (37' st Nani sv). A disp.: Maenpaa, Neri, Molinaro, Makadji, Mozzo, Issa, Pecile. All.: Bertolini 6,5
Arbitro: Marchetti
Marcatori: 19' Henry (V), 40' Barella (I), 45' st Dzeko (I)
Ammoniti: Barella (I), Bastoni (I), Lezzerini (V), Modolo (V), Kiyine (V), Caldara (V), De Vrij (I)
Espulsi:
Note:

LE STATISTICHE
L'Inter ha vinto tutte le ultime nove partite di Serie A giocate al Meazza contro squadre neopromosse.
Edin Dzeko non segnava in Serie A dal 04/12/2021 contro la Roma, quattro partite senza gol per lui prima di oggi.
Nicolò Barella ha realizzato il suo secondo gol in questa Serie A dopo quello realizzato lo scorso settembre contro il Bologna sempre a San Siro; il centrocampista ha partecipato a nove gol (due reti e sette assist) nella competizione.
A partire dal 2004/05, Nicolò Barella è diventato il centrocampista italiano dell'Inter che ha preso parte a più gol nelle prime 20 partite di campionato: nove (due reti, sette assist).
Denzel Dumfries ha preso parte a quattro gol (tre reti, un assist) nelle ultime sette gare di campionato: il doppio delle partecipazioni rispetto a tutte le sue precedenti 12 partite in Serie A.
Thomas Henry ha realizzato quattro gol in Serie A; tre delle sue quattro marcature sono arrivate in trasferta con un gol in ognuna delle ultime due sfide giocate lontano da casa.
Eithan Ampadu ha servito tre assist in questa Serie A; tra i giocatori con almeno tre assist solo Rovella e Ilic sono più giovani del giocatore del Venezia.
L’Inter ha subito gol per la seconda partita interna di fila in Serie A dopo aver collezionato quattro cleen sheets nelle precedenti cinque gare interne nella competizione.
Samir Handanovic ha giocato la sua 537ª partita di Serie A, raggiunto Silvio Piola al 9º posto nella classifica dei giocatori più presenti nella storia della Serie A.
Matias Vecino ha  collezionato la 100ª presenza in Serie A con la maglia dell'Inter.
Marco Modolo ha collezionato la 250ª presenza con la maglia del Venezia in tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti