Dalla Lazio all'Empoli: Inter all'ultimo respiro

Come un anno fa i nerazzurri si giocano la Champions all'ultima giornata. Ma questa volta hanno tutto da perdere...

di
  • A
  • A
  • A

Il futuro è adesso. Il destino dell'Inter passa da 90' di fuoco. Dopo aver fallito tanti, troppi match point i nerazzurri non hanno alternative. Devono battere l'Empoli e blindare l'accesso alla Champions League. Effetto classico da sliding doors. Da una parte il c'è il fallimento, dall'altra la festa per la seconda qualificazione consecutiva all'Europa che conta. Un dejà vu.

Anche l'ultima dell'anno scorso metteva in palio il biglietto di ingresso alla Champions. Ma rispetto a 12 mesi fa c'è una differenza sostanziale. Un anno fa l'Inter aveva tutto da guadagnare. Domenica avrà tutto da perdere. Un po' per la caratura dell'avversario, ma occhio perché l'Empoli sta vivendo no straordinario momento di forma certificato dalle tre vittorie consecutive che hanno rimesso i toscani in piena corsa per la salvezza. Molto per l'andamento di una stagione alimentata da ambizioni di grandezza non del tutto rispettate e che ha nell'approdo in Champions l'unica conclusione accettabile.

C'è il futuro in ballo. Perché la qualificazione pesa sulle scelte , sulle strategie, sulla programmazione stessa del domani nerazzurro. Il piano industriale non contempla l'ipotesi di restare fuori. Basta fare i conti. Il biglietto Champions vale almeno 63 milioni di euro: 50 tra premi e market pool garantiti dall'Uefa, 13 in arrivo dai principali sponsor. A questi vanno sommati gli incassi del botteghino e tutto il contorno. Soldi freschi per costruire il futuro.

Inter- Empoli sarà anche quella delle ultime scelte di Luciano Spalletti, che recupera DeVrji in difesa e che in attacco, in pieno rispetto della logica delle alternanze, dovrebbe affidarsi ad Icardi. Il destino del tecnico toscano è già stato deciso e non dipende dalla qualificazione. Spalletti al passo di addio. Sulla panchina dell'Inter è pronto a sedersi Antonio Conte. La prossima settimana è quella giusta per gli annunci ufficiali.

Nel momento decisivo anche la Curva Nord è tornata a far sentire la sua voce attraverso un comunicato ufficiale. Nessuna scusa e fuori gli attributi, il termine che usa il tifo organizzato nerazzurro in realtà è più colorito. Richiesta precisa con promessa di sostegno incondizionato fino alla fine. Alla fine. Quando si faranno i conti. Quando sarà fallimento o qualificazione Champions da celebrare a dovere

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments