EUROPA LEAGUE - PLAYOFF

Europa League: Toro nei guai, il Wolverhampton vince 3-2 e ipoteca la qualificazione

Ai granata non bastano il cuore e le reti di De Silvestri e Belotti: ora serve un miracolo

  • A
  • A
  • A

Il Torino viene sconfitto in casa dal Wolverhampton nell'andata dei playoff di Europa League, ma il 3-2 finale tiene aperti i giochi qualificazione. Ospiti in vantaggio al 43' su autogol di Bremer, raddoppio di Diogo Jota al 59' e reazione dei granata con l'incornata vincente di De Silvestri al 61'. Raul Jimenez al 72' sembra stroncare ogni speranza, ma il rigore di Belotti all'89' tiene il Toro ancora aggrappato all'Europa.

I gironi di Europa League sono ancora a portata di mano, ma servirà un'impresa al Molineux. E se il Torino può ancora sperare di proseguire la sua avventura nelle coppe lo deve alla sua caratteristica più proverbiale nel corso delle generazioni: il cuore. Il Wolverhampton, che ha già disputato due partite in Premier League costringendo ad altrettanti pareggi Leicester e Manchester United, ha un livello di preparazione fisica e atletica decisamente migliore rispetto al Torino, e lo dimostra immediatamente: Traoré è imprendibile a destra, sul suo cross Diogo Jota tira di primissima intenzione e Sirigu si deve opporre con una grande deviazione di piede. Il Torino rimane piuttosto imballato e soffre soprattutto sulle fasce, dove De Silvestri e soprattutto Ansaldi sono spesso in ritardo sugli avversari. Così dietro è soprattutto Izzo a doversi sobbarcare un super-lavoro. Quando i granata avanzano, però, riescono a rendersi pericolosi eccome: lo dimostra N'Koulou, che al 20' centra una clamorosa traversa dopo aver incornato in assoluta solitudine un gran pallone crossato dall'inesauribile Izzo. In campo si vede di più il Wolverhampton (Dendoncker sfiora il vantaggio), solo qualche fiammata per il Torino: Belotti fatica a farsi vedere, Zaza sgomita e fa quel che può, ma le maglie gialle nell'area avversaria sembrano davvero tante. Nel finale del primo tempo i granata ci provano (destro largo di Belotti, colpo di testa pericoloso di Izzo, addirittura un tentativo di rovesciata di Zaza). A segnare sono però i Wolves, quando De Silvestri stende ingenuamente Joao Moutinho al 43' e, sulla punizione battuta da quest'ultimo, Bremer nel tentativo di anticipare Saiss colpisce male di testa e batte Sirigu.

La ripresa si apre come peggio non potrebbe per i granata, che non riescono in alcun modo ad arginare la furia degli ospiti, tanto che anche lo Stadio Olimpico-Grande Torino sembra ammutolito. Il gol sembra nell'aria e arriva al 59', quando Traoré ancora una volta irride Ansaldi sulla destra e mette al centro un pallone che Diogo Jota deve solo scaricare in rete. Il Torino reagisce con Lukic, appena entrato in campo, che con rabbia si prende un pallone sulla trequarti avversaria, lo serve a Ansaldi e il laterale lo crossa dalla parte opposta per De Silvestri: il colpo di testa dell'ex Lazio dimezza lo svantaggio per il Torino al 61', dopo un'azione conclusa da due tra i peggiori in campo. Tanto basta a risvegliare il pubblico, che torna a vedere una qualificazione meno in salita. A stroncare nuovamente i loro sogni arriva però Raul Jimenez, che non si ferma dopo un fallo da ammonizione di Bremer su Neto, e anzi salta i tre centrali del Torino (immobile in particolare Izzo) e trova il terzo gol per gli inglesi. I giochi sembrano definitivamente finiti, ma a riaprirli arriva Belotti, che inganna Vinagre e si fa stendere in area a tempo quasi scaduto. Arriva il rigore, che lo stesso capitano granata trasforma all'89' (gol numero 75 per lui con la maglia del Toro), andando poi a sfiorare addirittura un incredibile pareggio. L'Europa è ancora lì, e il cuore del Torino batte forte. Forse per completare l'impresa in Inghilterra però servirà anche altro. IL TABELLINO

TORINO-WOLVERHAMPTON 2-3
Torino (3-4-1-2):
Sirigu 6; Izzo 6, N'Koulou 6, Bremer 5; De Silvestri 5,5, Meite 5 (19' st Rincon 6), Baselli 5,5, Ansaldi 5 (25' st Ola Aina 6); Berenguer 5 (13' st Lukic 6); Zaza 6, Belotti 6,5. A disp.: Rosati, Bonifazi, Millico, Djidji. All.: Mazzarri 5,5.
Wolverhampton (3-5-2): Rui Patricio 6; Vallejo 5,5, Coady 6,5, Boly 6; Traoré 7,5 (19' st Jonny 6), Dendoncker 6,5, Saiss 6,5, Joao Moutinho 6,5, Vinagre 5; Raul Jimenez 7,5 (31' st Cutrone sv), Diogo Jota 6,5 (24' st Pedro Neto 6). A disp.: Ruddy, Bennett, Ruben Neves, Gibbs-White. All.: Espirito Santo 6,5.
Arbitro: Artur Soares Dias (Portogallo)
Marcatori: 43' aut. Bremer (T), 14' st Diogo Jota (W), 16' st De Silvestri (T), 27' st Raul Jimenez (W), 44' st rig. Belotti (T)
Ammoniti: Belotti, Ansaldi, Berenguer, Baselli, Bremer, Rincon (T); Saiss, Vallejo (W)
Espulsi: -

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments