LA DIAGNOSI

Dramma Mönchengladbach: diagnosticato un cancro ai linfonodi a Lainer

Il terzino austriaco ha scoperto la malattia dopo aver svolto alcuni esami medici. Il giocatore dovrà sottoporsi alle terapie per i prossimi mesi

  • A
  • A
  • A
Dramma Mönchengladbach: diagnosticato un cancro ai linfonodi a Lainer - foto 1
© Getty Images

Il terzino austriaco Stefan Lainer è affetto da un cancro ai testicoli. A diffondere la notizia è stato il suo club tramite un comunicato ufficiale. "Stefan Lainer sarà assente dal Borussia Mönchengladbach per diversi mesi. Al terzino destro di 30 anni è stato diagnosticato un cancro ai linfonodi durante gli esami medici".

Il parere dei medici

 La nota del club evidenzia come la malattia sia stata scoperta in una fase iniziale e, per questo, c'è ottimismo sulla sua completa guarigione: "Il giocatore della nazionale austriaca deve sottoporsi a una terapia della durata di diversi mesi. Secondo i medici, la malattia è stata scoperta molto presto e può essere trattata e curata molto bene con i farmaci".

Il recupero

 I medici confidano che le terapie possano restituire a Lainer una vita quotidiana e professionale completamente normale. "C'è un'altissima probabilità che lo stato di salute venga completamente ripristinato e che sia possibile una vita normale, compresi gli sport professionistici" recita il comunicato. Il Borussia Mönchengladbach, tramite il suo direttore sportivo Roland Virkus, ha assicurato al giocatore che la società farà di tutto per garantirgli un’assistenza medica adeguata: "Faremo di tutto per garantire che Stevie riceva le migliori cure possibili e auguriamo a lui e alla sua famiglia molta forza e ottimismo nella lotta contro questa malattia".

Il quinto caso in Bundesliga

 Quello di Stefan Lainer non è purtroppo un episodio isolato. In Bundesliga, nell'ultimo anno, sono ben cinque i casi di cancro diagnosticati. Il più noto è stato quello dell'attaccante del Borussia Dortmund Sebastian Haller. Il giocatore ivoriano, affetto da un tumore ai testicoli, ha dovuto sottoporsi a due interventi e a chemioterapia. Oltre a lui, Timo Baumgartl - all'epoca Union Berlin - ora allo Schalke04, Marco Richter e Jean-Paul Boëtius dell' Hertha Berlino hanno tutti dovuto sottoporsi a interventi o terapie dopo la diagnosi del male. Per tutti il percorso di guarigione è stato simile a quello dell'attaccante del Dortmund, con operazioni e chemioterapia.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti