RAMPA DI LANCIO

Da Massaro a Casiraghi, da Costacurta a Oddo: quanti campioni passati dal Monza

I brianzoli, appena promossi in B, non hanno mai avuto la soddisfazione di giocare in Serie A, ma la storia del club è comunque ricca di nomi importanti

  • A
  • A
  • A

Una città in festa per la Serie B ritrovata. Dall’ufficialità della promozione, a Monza si respira aria di gioia e un amore ravvivato per un club che, pur non essendo mai stato in Serie A, rappresenta una realtà importante per il calcio italiano. Il motivo, più che nella bacheca dei trofei, si può trovare in un ambiente capace sia di far crescere giovani talenti, spesso locali, capaci poi di affermarsi in altri lidi, sia di rilanciare le ambizioni di giocatori nella seconda parte della loro carriera. Non c’è ruolo che non sia ‘coperto’, in questo senso: ecco i nomi di alcuni dei giocatori più blasonati che hanno vestito la maglia dei 'Bagai'.

Già nel ruolo di portiere sono diversi i calciatori di un certo livello passati dal Monza: sono cresciuti nelle giovanili biancorosse Luciano Castellini, campione d’Italia con il Torino nel 1976, e Francesco Antonioli, tre scudetti in bacheca, uno dei quali da titolare con la Roma nel 2001. Ci ha giocato giovanissimo Christian Abbiati, prima di approdare al Milan nel 1998 e vincere tutto in maglia rossonera, e anche Jean François Gillet, solido portiere belga che in Serie A ha vestito le maglie di Bari, Bologna e Torino nei primi anni 2000. Non molti anni fa (precisamente fra il 2009 e il 2011) ha respirato l’aria brianzola anche una vecchia volpe del calcio internazionale come Sander Westerveld, portiere olandese protagonista della stagione 2000/01 del Liverpool, in cui i Reds vinsero League Cup, Fa Cup e Coppa Uefa. Passando alla difesa, non si possono non citare due calciatori di livello assoluto arrivati in Brianza in prestito dal Milan: Alessandro Costacurta, leggenda rossonera che a Monza si è fatto le ossa nella stagione 1986/87, e il campione del mondo 2006 Massimo Oddo, in biancorosso nella seconda parte della stagione 1995/96 e successivamente nel 1998/99. Vanta tre presenze con la maglia del Monza anche Patrice Evra, arrivato giovanissimo in Brianza (nella stagione 1999/2000) dopo l’esperienza in Sicilia, a Marsala, e divenuto successivamente colonna di Manchester United, Juventus e nazionale francese.

Tra i centrocampisti è impossibile non citare due calciatori cresciuti nelle giovanili del Monza come Claudio Sala, poi bandiera del Torino anni '70, e Roberto ‘Dustin’ Antonelli, uno dei protagonisti dello scudetto della stella rossonero del 1979 (e papà di Luca Antonelli, conoscenza recente del Milan). A proposito del decimo titolo italiano della storia rossonera, in quella squadra c’erano anche altri due atleti transitati da Monza, Walter De Vecchi e Ruben Buriani. Andando avanti nel tempo poi vanno segnalate le apparizioni con la maglia biancorossa di Giovanni Stroppa (in prestito dal Milan fra il 1987 e il 1989) e Gigi Di Biagio, che dopo la fugace apparizione in Serie A con la maglia della Lazio giocò tre anni in Brianza, facendosi le ossa tra B e C1 fra il 1989 e il 1992 prima di tornare in massima serie, quando lo volle Zeman per il suo Foggia. Per quanto riguarda l’attuale tecnico della Spal va segnalata inoltre una curiosità: nonostante la brillante carriera, soprattutto col le maglie di Roma e Inter grazie alle quali ha conquistato anche un posto stabile in Nazionale, Di Biagio ha vinto il suo unico trofeo da calciatore proprio a Monza, la Coppa Italia Serie C del 1991.

Gli almanacchi, poi, raccontano di numerosi attaccanti di medio-alto livello che, in un momento o nell’altro della carriera, hanno indossato la casacca dei ‘Bagai’. Particolare la storia di Daniele Massaro (campione del mondo 1982, pur senza entrare in campo) e Paolo Monelli, cresciuti entrambi nelle giovanili biancorosse e passati assieme alla Fiorentina nell'estate del 1981: le carriere dei due si sono separate solo nel 1986, con il passaggio di Massaro al Milan (il club della sua consacrazione definitiva). Tra gli 'enfant du pays', oltre a Massaro, non si può dimenticare Pierluigi Casiraghi, bomber che ha fatto la fortuna di Juventus e Lazio negli anni '90 prima dello sfortunato finale di carriera al Chelsea. Tra gli altri giocatori d'attacco di un certo valore passati in biancorosso vanno ricordati anche l'attuale tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi (9 presenze nel 1998/99 in prestito dal Milan) e Anselmo Robbiati, discreto attaccante della Fiorentina di metà anni 90 che a Monza ha giocato in due periodi diversi, tra il 1987 e il 1993 e, più avanti, nella stagione 2004/05. Da Monza sono transitati giocatori mai dimenticati dalla tifoseria nonostante passaggi relativamente brevi, come il ‘Keegan della Brianza’ Ugo Tosetto, tra i protagonisti della promozione in B del 1976 e passato successivamente al Milan, Maurizio Ganz, 9 gol nel 1988/89, o ancora il compianto Emiliano Mondonico, una stagione da ala nel 1970/71. C'è invece chi prometteva di lasciare un'impronta e lo ha fatto relativamente, come il liberiano Zizi Roberts, 5 gol nella stagione 1997/98.

Chiudiamo la carrellata dei nomi di rilievo che hanno vestito la maglia del Monza con alcuni giocatori passati dalla Brianza nella seconda parte della loro carriera, in epoche molto diverse. Tra questi ricordiamo Evaristo Beccalossi, bandiera dell’Inter a cavallo fra gli anni ‘70 e ‘80, a Monza nel 1985/86, un altro ex nerazzurro come Marco Branca, che ha vestito la maglia biancorossa nella stagione 2000/01 (la sua ultima da professionista), e infine, andando indietro nel tempo, Ariedo Braida: l’ex dirigente di Milan e Barcellona, attaccante di discreto livello negli anni '60 e '70, ha vestito la maglia del Monza dal 1975 al 1977.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments