Chievo, Pellissier attacca Ventura

Il capitano: "In 22 anni mai visto una cosa del genere, ha abbandonato la squadra da subito"

  • A
  • A
  • A

Sono volati gli stracci. E per una volta a sparare a zero è uno abituato a parlare più che altro con i fatti. Sergio Pellissier, capitano e bandiera del Chievo, ha attaccato duramente Gian Piero Ventura, che domenica si è dimesso dopo il pareggio con il Bologna: "Dal primo momento che è arrivato se ne voleva già andare. Chi ama una squadra non la abbandona come fa Ventura, non fate come lui: si vince e si perde insieme".

Un attacco durissimo quello del capitano del Chievo, 39 anni, 17 stagioni con la stessa maglia. Arriva il giorno dopo le dimissioni rassegnate da Ventura al termine del pari col Bologna. Quattro match alla guida della squadra veneta, tre sconfitte e un pari per l'ex ct azzurro. Un bilancio davvero negativo, un atteggiamento di rassegnazione totale. La stessa dirigenza è rimasta sorpresa dall'annuncio fatto da Ventura negli spogliatoi del Bentegodi. L'ex ct era arrivato per dare al Chievo una scossa dopo la terribile estate con la questione plusvalenze, la penalizzazione in campionato e la vittoria che non è mai stata centrata in dodici giornate.

Pellissier non usa giri di parole nel puntare il dito contro Ventura: "In questa foto c'è tutta la rabbia che ho in questo momento. Un'estate pesante con il problema plusvalenze, un inizio di stagione da dimenticare e per dire che non c'è mai fine al peggio le dimissioni di un mister che dal primo momento che è arrivato se ne voleva gia andare. Pazzesco! In 22 stagioni da professionista pensavo di aver visto tutto ma sono costretto ad ammettere che c'è sempre qualcosa di nuovo. Comunque al Chievo siamo abituati ad essere sempre in difficoltà e ne usciremo a testa alta alla faccia di tutti quelli che in questo momento si stanno divertendo alle nostre spalle. Non si può ottenere qualcosa nella vita senza lottare, non ci sarebbe gusto no? Ripartiamo ancora da zero e questa volta saremo ancora più forti. Chi ama questa squadra non la può abbandonare solamente perché le cose vanno male, non è così che si fa, non fate come Ventura, si vince e si perde insieme come deve essere in una squadra. Mai mollare fino alla fine".

Visualizza questo post su Instagram

In questa foto c'è tutta la rabbia che ho in questo momento. Un estate pesante con il problema plusvalenze, un inizio di stagione da dimenticare e per dire che non c'è mai fine al peggio le dimissioni di un mister che dal primo momento che è arrivato se ne voleva gia andare. Pazzesco!!! In 22 stagioni da professionista pensavo di aver visto tutto ma sono costretto ad ammettere che c'è sempre qualcosa di nuovo. Comunque al Chievo siamo abituati ad essere sempre in difficoltà e ne usciremo a testa alta alla faccia di tutti quelli che in questo momento si stanno divertendo alle nostre spalle. Non si può ottenere qualcosa nella vita senza lottare non ci sarebbe gusto no? Ripartiamo ancora da zero e questa volta saremo ancora più forti . Chi ama questa squadra non la può abbandonare solamente perché le cose vanno male, non è così che si fa, non fate come Ventura, si vince e si perde insieme come deve essere in una squadra. Mai mollare fino alla fine #chievobologna #campionato #seriea #pareggio #lottare #nonmollaremai #uomini #coraggio #personalità

Un post condiviso da Sergio Pellissier (@sergio_pellissier) in data:

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments