DALLO SPOGLIATOIO

Juventus, Sarri: "Le palle inattive sono un problema da risolvere"

"Rammaricato per il pareggio, abbiamo preso gol in situazioni prevedibili"

  • A
  • A
  • A

Un pareggio beffardo all'esordio con la Juventus in Champions, Sarri è rammaricato dopo il 2-2 subito al 90' in casa dell'Atletico Madrid: "Abbiamo fatto una partita vera e siamo cresciuti molto rispetto all'ultima prestazione. E' un pareggio positivo, ma la sensazione è che avessimo la partita in mano e pareggiare così ci lascia l'amaro in bocca - ha commentato nel dopopartita Maurizio Sarri -. Abbiamo sfiorato il tre a uno e nel recupero abbiamo sfiorato il gol vittoria. Le situazioni prevedibili ci sono costate il risultato".

Altri due gol subiti su calcio piazzato, ma la mentalità è stata quella giusta: "Difendere a uomo è un luogo comune che ha poco senso in questo caso. Dobbiamo migliorare in aggressività e attenzione. Il gol su angolo si può anche prendere perché loro sono molto bravi, mentre il primo gol era una palla lenta e prevedibile. Passare a uomo? Diventa pericoloso anche col Var viste le interpretazioni. Dobbiamo migliorare su questo aspetto". Tra i migliori in campo Cuadrado: "Mi serviva la velocità e l'ampiezza di Juan in queste situazioni, sapevo che ci sarebbe stato molto utile".

 

Sicuramente la sfida è stata nettamente diversa rispetto a quella giocata a Firenze in campionato: "Là c'erano situazioni negative - ha commentato Sarri - e ci siamo fatti influenzare perdendo il focus sulla partita, così la Fiorentina è stata brava a metterci in difficoltà. Oggi eravamo determinati e ci sono riuscite cose provate in allenamento. A Firenze abbiamo pagato colpe nostre".

La Juventus nella ripresa ha dominato la partita dopo aver sofferto nella prima parte di gara: "In panchina e i ragazzi dello staff prendiamo gli appunti per velocizzare il lavoro in settimana, così abbiamo in mente gli episodi più salienti. Nel primo tempo abbiamo sofferto troppo i cambi di gioco dell'Atletico e correvamo di più. C'erano dei movimenti da sistemare e lo abbiamo fatto, anche se i ragazzi avevano qualche attenuante. Il primo tempo sottotono è stata colpa mia".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments