CHAMPIONS LEAGUE

Champions League: Silva e Jesus puniscono il Gladbach, il Manchester City mette un piede ai quarti

Due azioni fotocopia premiano la squadra di Guardiola, che vince 2-0 in campo neutro a Budapest

  • A
  • A
  • A

Nell’ultima serata dell’andata degli ottavi di finale di Champions League il Manchester City supera come previsto il Borussia Mönchengladbach e ipoteca la qualificazione ai quarti. A Budapest la squadra di Guardiola passa in vantaggio al 29’ con un colpo di testa di Bernardo Silva e raddoppia al 20’ del secondo tempo con il brasiliano Gabriel Jesus. In programma tra tre settimane la gara di ritorno: ai tedeschi servirà un miracolo.

È la 19esima vittoria consecutiva a disegnare il successo esterno del Manchester City nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Una serie vertiginosa quella dei Citizens, proseguita grazie a una prestazione non impeccabile, ma letale come al solito e senza nemmeno troppi sforzi. Alla Puskas Arena di Budapest i pronostici sono tutti per una goleada dell’armata di Guardiola e in effetti il primo tempo è prevedibilmente condotto nel gioco dagli inglesi. In realtà, però, le offensive dei Citizens si rivelano solo raramente davvero pericolose e i tedeschi riescono a reggere difensivamente. Poco prima della mezz’ora, però, un disimpegno errato in uscita di Kramer regala il pallone a Cancelo al vertice dell’area di rigore. Il portoghese ex Juventus dà un’occhiata in mezzo e disegna un bel cross sul secondo palo: il taglio è di Bernardo Silva, che incorna per il vantaggio del Manchester City.

La partita non ha assolutamente ritmi infernali, ma a inizio ripresa Bensebaini rischia spianare la strada ai dominatori d’Inghilterra con un retropassaggio folle: il pallone viene infatti intercettato da Gabriel Jesus, che però perde ere geologiche a decidere cosa fare davanti al portiere e dà modo a Elvedi di contrastarlo provvidenzialmente in scivolata. Scampato questo pericolo, i bianconeri al 20’ si fanno però colpire per il raddoppio con un’azione esattamente identica a quella del vantaggio: cross di Cancelo dalla sinistra sul secondo palo per Bernardo Silva, che questa volta fa però la torre per lo stesso Jesus, che si riscatta insaccando da distanza ridotta. Nel finale c’è tempo per un episodio dubbio in area inglese e per una parata di Ederson sull’’ultima azione, ma lo 0-2 definitivo appare il risultato più giusto, difficilmente ribaltabile dal Borussia Mönchengladbach. Almeno nei pronostici.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments